menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furto su tre auto, identificati i componenti della banda di ladri: sono dei ragazzini

Vandali in azione sempre nella stessa piazza dove, nelle ultime ore, sono stati ostruiti i rubinetti di una caratteristica fontana

Danneggiano le portiere di tre autovetture lasciate posteggiate in piazza Fontana e rubano tutto quello che vi trovano all’interno: due caricabatterie, due paia di occhiali da sole e monete. La razzia – ma è stato certamente più pesante il danneggiamento delle macchine – è stata messa a segno durante i festeggiamenti in onore di Maria Santissima del Monte, compatrona di Racalmuto. I carabinieri della stazione cittadina, coordinati dal comando compagnia di Canicattì, hanno acquisito le registrazioni delle telecamere di videosorveglianza e sono riusciti a trovare non soltanto i frame che immortalavano i colpi ma anche ad identificare i presunti autori. Si tratta di tre ragazzini, dai 10 ai 13 anni, figli di ambulanti che erano presenti a Racalmuto in occasione della festa. Tre ragazzini che, per l’età, non risultano essere affatto imputabili. I loro nominativi sono stati comunque segnalati alla Procura presso il tribunale per i minorenni di Palermo.

Nelle ultime ore si sarebbe verificato un altro furto su autovettura. Un furto che non ha più nulla a che vedere con i festeggiamenti in onore di Maria Santissima del Monte.

Sempre nelle ultime ore e sempre in piazza Fontana si è, poi, registrato un raid vandalico. Dei ragazzini verosimilmente hanno otturato i “cannola” della fontana. In paese – sia in quello reale che nella piazza virtuale di Facebook – non si parla d’altro. Ci sono le telecamere su quella porzione di piazza e i racalmutesi, decisamente adirati, chiedevano platealmente di arrivare all’identificazione dei vandali. “Serve attenzione ai beni architettonici e monumentali” – dicevano, ieri, sia i cittadini che i rappresentanti del movimento Cinque Stelle - . Di fatto, tutti i racalmutesi hanno a cuore – e per questo hanno recriminato maggiore attenzione – le sorti di beni monumentali unici e caratteristici qual è la fontana dei “novi cannola” di Racalmuto.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento