rotate-mobile
Martedì, 21 Maggio 2024
Reati sul web

Si appropriano dei profili Instagram e rubano le foto: denunciati altri 4 casi

Vittime del furto d'identità non soltanto giovani ragazze, ma anche un ventenne e una cinquantaduenne

Ragazze, ma non soltanto. Aumentano i casi di accesso informatico abusivo sui profili Instagram, account bloccato e furto di fotografie e storie. Altre quattro denunce, fra Agrigento e Favara, sono state raccolte rispettivamente dai poliziotti della sezione Volanti e dai carabinieri della tenenza cittadina.

Gli agrigentini hanno ricevuto – sempre sullo stesso social network – dei messaggi da parte di loro contatti. Trattatosi di follower, le vittime non hanno avuto alcuna esitazione e quei messaggi li hanno appunto aperti e letti. Da quell’esatto momento in poi, non sono più riusciti a rientrare nel loro account Instagram. Per tutti gli altri loro contatti, quell’account è rimasto operativo. Ma chi lo aveva creato, non è riuscito più a farvi accesso. A rivolgersi ai carabinieri di Favara è stata una giovane del posto. Ai poliziotti dell’ufficio Denunce, invece, si sono rivolti un ventenne, una ventiduenne e una cinquantaduenne. Gli investigatori hanno, naturalmente, avviato le indagini per cercare di identificare chi, e perché, ha hackerato i profili Instagram. Ma non sarà semplicissimo, ecco perché – ancora una volta – giovani e meno giovani vengono richiamati alla massima prudenza ed accortezza. Questi accessi informatici abusivi poi, di norma, si traducono nel furto di fotografie che vengono utilizzate – è già accaduto sempre ad Agrigento – su siti internet di incontri o peggio ancora siti pornografici. Ma anche per promozioni su guadagni facili o su finanziamenti altrettanto semplici. Un vero e proprio furto di immagine e di identità, di fatto. Furti che, inevitabilmente, possono anche creare dei problemi seri alle vittime. I reati sul web – partendo dalle truffe e frodi – sono ormai, purtroppo, in aumento. Spesso provocano danni economici alle vittime, talvolta appunto danni di immagine, mentre altre volte ancora i cittadini ricevono mail fasulle – e si tratta di tentativi di phishing – con le quali vengono avvisati di essere oggetto di inchieste per reati sessuali e vengono richiesti i dati personali per approfondire.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si appropriano dei profili Instagram e rubano le foto: denunciati altri 4 casi

AgrigentoNotizie è in caricamento