rotate-mobile
Lunedì, 15 Aprile 2024
Cronaca Palma di Montechiaro

"Furto in gioielleria e violazione dei domiciliari", arrestato

Ad essere portato in carcere è stato il diciottenne che, alla fine dello scorso ottobre, era stato fermato per la razzia da oltre 20 mila euro

Avrebbe più violato le prescrizioni degli arresti domiciliari con braccialetto elettronico. E’ in esecuzione di un provvedimento di aggravamento della misura che i poliziotti del commissariato di Palma di Montechiaro, nella serata di mercoledì, hanno arrestato e portato al carcere “Di Lorenzo” di Agrigento il diciottenne Rosario Gueli.

A firmare il provvedimento di aggravamento della misura è stato il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Agrigento. Gueli era stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto - provvedimento emesso dalla Procura della Repubblica – a fine dello scorso ottobre per l’inchiesta sul furto messo a segno alla gioielleria di via Roma a Palma di Montechiaro. Era stato raccolto il Dna dalle tracce biologiche rinvenute all’interno della gioielleria, vennero – allora - misurate tutte le persone filmate dai numerosi sistemi di video sorveglianza presenti nella zona di via Roma e, polizia e carabinieri, procedettero anche alla rilevazione di eventuali segni distintivi come i tatuaggi.

Scattò così il fermo di indiziato di delitto per un furto il cui valore del bottino era stato stimato in oltre 20 mila euro. Poi, il giovane venne messo agli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico. Avrebbe però, stando all’accusa, violato, più volte, le prescrizioni derivanti dalla misura e dunque è arrivato l’aggravamento.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Furto in gioielleria e violazione dei domiciliari", arrestato

AgrigentoNotizie è in caricamento