rotate-mobile
Giovedì, 26 Gennaio 2023
Il verdetto

“Si allacciarono alla rete pubblica per rubare energia elettrica”: sentenza definitiva per intera famiglia

I giudici della Cassazione hanno deciso una condanna e tre assoluzioni. In primo grado erano stati tutti ritenuti colpevoli

Una famiglia agrigentina composta da 5 persone è finita sotto processo con l’accusa di furto aggravato di energia elettrica tramite allaccio abusivo alla rete pubblica. Nell’ultimo grado di giudizio, in Cassazione, è arrivata la sentenza definitiva: due condanne e tre assoluzioni. 

Confermata la condanna a 4 mesi di reclusione per Maria La Cara, 42 anni di Agrigento, ritenuta l'unica responsabile dell'allaccio abusivo. Gli altri tre imputati sono stati assolti. Si tratta di Alex La Cara, 29 anni; di Salvatore La Cara, 36 anni e di Lina Pucillo, 35 anni. C’era anche un quinto imputato, già condannato definitivamente a 4 mesi di reclusione. Si tratta del 48enne Rosario Aliseo che non aveva impugnato la sentenza. 

In primo grado, davanti al giudice monocratico del tribunale di Agrigento, erano stati ritenuti tutti colpevoli. 

Il furto di energia elettrica contestato, perpetrato secondo l’accusa per circa 4 anni e poi scoperto a seguito di un controllo della polizia, avrebbe causato un danno economico quantificato in circa 6.000 euro.

Gli imputati sono stati difesi dagli avvocati Gianfranco Pilato e Fabio Inglima Modica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Si allacciarono alla rete pubblica per rubare energia elettrica”: sentenza definitiva per intera famiglia

AgrigentoNotizie è in caricamento