rotate-mobile
Domenica, 14 Aprile 2024
Microcriminalità / Maddalusa

Si intrufolano alla Lega navale e mettono tutto a soqquadro: rubato monitor, gravi i danni

I poliziotti della sezione Volanti hanno subito avviato le indagini. Non è stato reso noto se, a presidio della struttura, vi siano o meno degli impianti di videosorveglianza

Riescono ad intrufolarsi nella sede della Lega navale di Maddalusa. Cercando, verosimilmente, oggetti ed attrezzature da portar via, mettono tutto a soqquadro e danneggiano, anche pesantemente, le porte interne della struttura. Ad essere arraffato, e portato via, è stato, alla fine, soltanto un gigantesco monitor per proiezioni.

Fatta la scoperta, da parte dei responsabili della Lega navale, è stato lanciato l’Sos prima e formalizzata una denuncia, a carico di ignoti, in Questura. Pesantissimi, molto di più del valore del monitor rubato, i danni arrecati agli interni della Lega navale di contrada Maddalusa.

I poliziotti della sezione Volanti hanno subito avviato le indagini. Non è stato reso noto se, a presidio della Lega navale, vi siano o meno degli impianti di videosorveglianza. Telecamere che, così per come hanno dimostrato altri episodi di cronaca, potrebbero naturalmente far in modo che gli investigatori imbocchino, immediatamente, la giusta pista investigativa. Non ci sono certezze istituzionali, ma appare probabile che la Lega navale possa essere stata “visitata” da più criminali. Difficile ipotizzare, infatti, che l’opera di devastazione soprattutto possa essere stata realizzata da un delinquente solitario.

Alla fine dello scorso marzo, i delinquenti avevano “visitato” anche il tennis club Valle dei Templi da dove – dopo aver tranciato, con delle cesoie, la catena -  erano stati portati via un tv color da 65 pollici, un pc e generi alimentari: bibite e snack per circa 200 euro. Questo precedente episodio di microcriminalità accadde nel quartiere satellite di Villaseta, nei pressi della piscina comunale. Ad agire – praticamente indisturbati – venne ipotizzato allora furono più persone. Criminali che sapevano, verosimilmente, di poter mettere le mani su qualcosa “di interessante” all’interno del club.

Inevitabile l’interrogativo che si stanno ponendo in queste ore anche gli investigatori: c’è forse sempre la stessa “mano” dietro i due fatti? Anche di quel precedente furto si sta occupando la polizia di Stato. Per entrambi i fatti, il riserbo degli agenti è massimo. Nessuno lascia trapelare nessuna indiscrezione, neanche la più piccola.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si intrufolano alla Lega navale e mettono tutto a soqquadro: rubato monitor, gravi i danni

AgrigentoNotizie è in caricamento