menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Non gli parte la moto e per tornare a casa ruba un'auto: arrestato 19enne

Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Sciacca, Alberto Davico, lo ha rimesso in libertà con obbligo di dimora a Menfi

La moto non gli parte. Per tornare a casa, a Menfi, ruba un'auto a Castelvetrano. Lo avrebbe riferito ai carabinieri che lo hanno arrestato lo stesso diciannovenne che, in prima battuta, è stato posto ai domiciliari. Il giudice per le indagini preliminari del tribunale di Sciacca, Alberto Davico, lo ha rimesso in libertà con obbligo di dimora a Menfi. Il gip di Sciacca ha poi rimesso gli atti alla Procura della Repubblica di Marsala per competenza territoriale visto che il furto si è verificato a Castelvetrano.

Assieme a V.A. - che è rappresentato e difeso dall'avvocato Giuseppe Buscemi - era finito ai domiciliari anche un altro giovane menfitano: S. S., 20 anni, per il quale il giudice ha applicato la stessa misura dell'obbligo di dimora. 

L'arresto è avvenuto tra Menfi e Santa Margherita Belice quando a bordo della vettura c'era anche il ventenne, difeso dall'avvocato Francesco Di Giovanna. Nell'udienza di convalida dell'arresto al tribunale di Sciacca il diciannovenne si è avvalso della facoltà di non rispondere. Il ventenne, invece, ha risposto al giudice, affermando di essere estraneo al furto e di avere solo accettato un passaggio dall'altro giovane. I due, dopo l'udienza di convalida, hanno lasciato i domiciliari e sono tornati in libertà, con obbligo di dimora a Menfi. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

8 marzo, Zambuto: "Dedicare vie e piazze a personaggi femminili"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento