menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

"Rubava l'acqua dalla condotta idrica e la rivendeva", arrestato sessantaseienne

Era tra gli indagati dell'operazione antimafia "Montagna". Convalidato il fermo non è stata però disposta alcuna misura cautelare

Aveva realizzato una serie di accessi abusivi alla rete idrica e rivendeva l'acqua prelevata con le autobotti, un sessantaseienne di Licata è stato arrestato dai carabinieri della locale stazione.

Le indagini, coordinate dal sostituto procuratore Paola Vetro, hanno permesso di rilevare come lungo la statale 123 l'uomo, già indagato nell'operazione antimafia "Montagna" avesse realizzato sei allacci che consentivano di approvvigionarsi e rivendere l'acqua. Per il sessantaseienne è scattato l'arresto per furto aggravato.  Il fermo è stato convalidato, ma a carico dell'uomo non è stata disposta alcuna misura cautelare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento