Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca

"Non rubò l'acqua per i suoi appartamenti", decisa assoluzione

La difesa ha documentato che una delle due abitazioni era disabitata e l'altra aveva un regolare contratto

Il giudice monocratico Fulvia Veneziano ha assolto un agrigentino - G. D. -, imputato di "furto aggravato di acqua con violenza e minaccia sulle cose" perchè, in particolare, secondo l'accusa aveva relizzato un allaccio diretto alla condotta gestita da Girgenti Acque, appropriandosi nel tempo di una quantità imprecisata di acqua pubblica.

La difesa, affidata all'avvocato Eduardo Cirino, durante l'struttoria dibattimentale, ha fatto emergere che l'imputato non aveva mai prelevato acqua dall'immobile che era disabitato ed adibito a deposito masserizie, dimostrando inoltre che l'immobile adiacente anch'esso di sua proprietà, risultava provvisto di regolare contratto idrico.

Il pm aveva chiesto la condanna a 4 mesi di reclusione.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non rubò l'acqua per i suoi appartamenti", decisa assoluzione

AgrigentoNotizie è in caricamento