Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca

Allaccio abusivo alle palazzine di Villaseta, in 26 finiscono a processo

I controlli sono scattati nel 2016, dopo l'avviso di conclusione delle indagini scatta la citazione a giudizio

A processo senza neppure passare per l'udienza preliminare. Il pubblico ministero della Procura di Agrigento, Elenia Manno, ha disposto la citazione a giudizio di ventisei indagati, che diventano a tutti gli effetti imputati, accusati di furto aggravato di acqua per avere realizzato un allaccio diretto alla rete idrica senza pagare il canone.

I controlli sono scattati il 26 agosto del 2016 e si erano conclusi con la denunce degli inquilini di alcune palazzine di Villaseta. Il magistrato della Procura, nelle scorse settimane, ha fatto notificare l'avviso di conclusione delle indagini preliminari alle ventisei persone che occupavano gli alloggi, di proprietà o ad altro titolo, nelle vie Ponza, Levanzo, Anacapri e Isola delle femmine.

Si tratta di: Calogero Alaimo, 73 anni; Pietro Alfano, 73 anni; Giuseppe Avarello, 72 anni; Rosa Brunco, 80 anni; Carmelo Cacciatore, 71 anni, Iolanda Candido, 82 anni; Rosalia Capizzi, 74 anni; Sergio Cusumano, 56 anni; Gaetano Capraro, 70 anni; Giovanna Contino, 57 anni; Lucia D'Agostino, 61 anni; Gerlanda Di Maria, 81 anni; Giuseppina Farruggia, 63 anni; Francesco Iacono, 65 anni; Vincenzo Ligori, 74 anni; Maria Stefania Losi, 37 anni; Angelo Mangiavillano, 64 anni; Giovanna Marchese, 45 anni; Giuseppe Marchica, 81 anni; Adrian Paino, 47 anni; Concetta Passalacqua, 49 anni; Domenica Picone, 64 anni; Luana Raia, 24 anni; Giovanna Russo, 32 anni e Vincenzo Vecchio, 74 anni. 

Con l’avviso di conclusione delle indagini, i difensori (fra gli altri, gli avvocati Salvatore Pennica, Alessandro Sammartino, Loretta Severino, Luigi Troja e Monica Malogioglio) hanno avuto venti giorni di tempo per provare a convincere il pm a non disporre il processo attraverso la presentazione di memorie o sollecitando un nuovo atto di indagine e un interrogatorio dei propri assistiti. 

La Procura non cambia idea e ha disposto la citazione diretta a giudizio per tutti gli indagati. In sostanza, trattandosi di reati con una pena prevista inferiore ai quattro anni di reclusione, non è previsto il filtro dell'udienza preliminare ed è il pm che li cita direttamente. La prima udienza del processo è in programma il 21 settembre davanti al giudice onorario del tribunale Giuseppe Sciarrotta.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Allaccio abusivo alle palazzine di Villaseta, in 26 finiscono a processo

AgrigentoNotizie è in caricamento