Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca

I "furbetti" della 104, Matrix accende le telecamere sul "caso Agrigento"

Ai microfoni tra gli altri anche Carlo Mossuto, capo Gabinetto della Questura

Agrigento torna alla ribalta nazionale, ma non – questa volta – per la bellezza della Valle dei Templi, ma per i “furbetti” della 104. Falsi invalidi che pur di ottenere delle pensioni si fingevano malati.

Musumeci contro i furbetti della 104: "Dipendenti adottati per avere permessi"

La trasmissione “Matrix”, in onda in seconda serata su Canale 5, ha puntato le telecamere sul “caso 104”.

Ai microfoni, tra gli altri, anche Carlo Mossuto, capo Gabinetto della Questura di Agrigento. Proprio lui, ha spiegato il malaffare dei falsi invalidi. “Le indagini - ha detto ai microfoni di Canale 5 -  hanno evidenziato che uno dei soggetti che procacciava questi falsi invalidi intascava 12 mila euro a pratica”. 

Abusi sulla legge 104, "Porta a Porta" rievoca il caso Agrigento

“Questa legge è giusta e va rispettata”, ha detto Duilio Alongi del Genio civile. Le telecamere di Matrix hanno fatto il punto anche nell’Agrigentino, ai microfoni del giornalista Angelo Macchiavello anche Silvio Cuffaro, sindaco di Raffadali: “La vergogna è che vengono rubati dei soldi a chi ne ha davvero bisogno”.  I “furbetti” della 104 sono oltre 500, numeri da capogiro che fanno indignare gli agrigentini.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I "furbetti" della 104, Matrix accende le telecamere sul "caso Agrigento"

AgrigentoNotizie è in caricamento