rotate-mobile
Sanità

Riporta danni permanenti ad una mano dopo incidente: chiesti 87mila euro di risarcimento

L'azienda sanitaria provinciale si costituirà in giudizio, ritenendo non vi siano "profili di responsabilità" a carico dei sanitari che hanno prestato le cure

Si era rivolto al pronto soccorso dopo un inidente stradale perché gli venisse curata una frattura alla mano. Qualcosa però - questa è la tesi di un agrigentino - è andata storta e alla fine ha riportato dei danni permenenti all'arto, tanto da richiede un risarcimento danni abbastanza cospicuo.

I fatti risalgono ad oltre 4 anni fa, quando il paziente si è recato presso un reparto di Ortopedia (come sempre è omissata anche la struttura sanitaria che lo ha curato) per chiedere assistenza in seguito ad una frattura del primo metacarpo della mano. Successivamente l'uomo ha proposto ricorso per "accertare la responsabilità dei sanitari in ordine ai danni fisici permanenti riportati", da indennizzare con un risarcimento che ammonta ad oltre 87.850 euro.

L'Azienda sanitaria, analizzata la documentazione fornita, ritiene non "si ravvisino profili di responsabilità medico-professionale a carico dei sanitari coinvolti nel sinistro denunciato" e quindi si costituirà in giudizio per "resistere" alla richiesta di risarcimento affidandosi - come spesso avviene - ad un legale esterno.

L'avvocato in servizio all'Asp, infatti, ha comunicato "di non poter assumere l'incarico... a causa dei concomitanti adempimenti processuali e d'ufficio in itinere relativamente agli impegni professionali già presi e gli incarichi già assunti".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riporta danni permanenti ad una mano dopo incidente: chiesti 87mila euro di risarcimento

AgrigentoNotizie è in caricamento