menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Fratelli d’Italia Agrigento: «Biondi rinunci all’indennità»

Il portavoceprovinciale di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, Giuseppe Ciulla ed il portavoce cittadino, Domenico Incardona, intervengono in merito alle dichiarazioni dei gruppi consiliari Uniti per la Città, Ncd e Forza Italia sui compensi riferiti all’indennità percepita dall’assessore al Comune di Agrigento, Beniamino Biondi

Il portavoceprovinciale di Fratelli d’Italia – Alleanza Nazionale, Giuseppe Ciulla ed il portavoce cittadino, Domenico Incardona, intervengono in merito alle dichiarazioni dei gruppi consiliari Uniti per la Città, Ncd e Forza Italia sui compensi riferiti all’indennità percepita dall’assessore al Comune di Agrigento, Beniamino Biondi.

«L’assessore Biondi – dichiarano i due esponenti di Fratelli d’Italia – ha percepito 18.300 euro da giugno ad ottobre dimenticando forse la promessa fatta alla città durante la manifestazione di piazza dello scorso mese di febbraio che, allo slogan di #noisiamoaltro, ha condannato gli sprechi sui costi della politica».

«Ricordiamo,- scrivono ancora - che l’attuale assessore Biondi (lui è stato uno degli organizzatori di quella manifestazione) in campagna elettorale aveva dichiarato di rinunciare a qualsiasi forma di indennità. Forse l’assessore Biondi soffre di vuoti di memoria? Noi di Fratelli d’Italia chiediamo di mantenere la promessa fatta alla città e che sia coerente con se stesso rinunciando all’indennità da assessore», concludono Ciulla e Incardona.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento