menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Accoltellano un uomo per una partita di biliardo: fratelli riberesi in arresto per tentato omicidio

L’aggressione si è verificata all’interno di una sala giochi del centro dove la vittima ed i suoi due aggressori si trovavano per disputare una partita di biliardo. Dopo un’accesa discussione, uno dei due giovani poi arrestati avrebbe estratto dalla tasca un coltello a serramanico che il fratello, dopo averglielo strappato di mano, ha conficcato nella schiena del malcapitato

Nella tarda serata di ieri, i carabinieri della Compagnia di Sciacca hanno tratto in arresto i responsabili di un tentato omicidio commesso all’interno di una sala giochi del centro.

Le indagini sono scaturite a seguito di una tempestiva segnalazione da parte dei sanitari del pronto soccorso dell’ospedale "Fratelli Parlapiano" i quali si erano trovati davanti un giovane con una ferita da arma da taglio sul dorso.

I carabinieri della Tenenza di Ribera, congiuntamente a quelli della Stazione di Calamonaci, hanno dato il via ad una serie di indagini indirette volte a ricostruire quanto poco prima accaduto.

L’aggressione si è verificata nella sala giochi dove la vittima ed i suoi due aggressori si trovavano per disputare una partita di biliardo. Dopo un’accesa discussione, uno dei due giovani poi arrestati avrebbe estratto dalla tasca un coltello a serramanico che il fratello, dopo averglielo strappato di mano, ha conficcato nella schiena del malcapitato.

Ancora nella flagranza del grave delitto, seppur tentato, i carabinieri hanno rintracciato nella loro abitazione e sottoposto a fermo V.S., trentenne, e S.S., ventiduenne, entrambi riberesi.

Nel contempo hanno sequestrato l’arma del delitto, già ripulita ed occultata in una campagna nelle vicinanze del domicilio dei due.

La giovane vittima è stata trasferita d’urgenza nell’ospedale di Sciacca dove attualmente si trova in prognosi riservata con un polmone perforato.

I due, su disposizione della Procura della Repubblica, sono stati sottoposti agli arresti domiciliari.
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento