Venerdì, 19 Luglio 2024
Sindacato / Sciacca

Lutto nella Cgil: è morto Franco Zammuto, aveva 69 anni

Segretario della Camera del lavoro di Sciacca, si è sempre speso in prima linea su molti fronti

E' morto a 69 anni, dopo una lunga malattia, Franco Zammuto. Da dieci anni combatteva contro un male incurabile che ne aveva fiaccato il corpo ma non lo spirito ma che, alla fine, ha avuto la meglio.

Ex dipendente dell'Agenzia delle entrate,  è stato segretario della Camera del lavoro di Sciacca "Accursio Miraglia". È stato in prima linea in molte battaglie del territorio saccense, in primis quella per la riapertura delle Terme, ma si è anche per anni occupato del servizio idrico, da fiero oppositore di Girgenti Acque in tempi in cui - va detto - la cosa era relativamente poco di moda. Aspro, duro, ma anche capace di grande simpatia e con una chiara visione politica da uomo rigorosamente di Sinistra.

"Ci ha lasciato Franco Zammuto, compagno di grande valore, apprezzato per il suo attaccamento alla nostra organizzazione - commenta il segretario provinciale Alfonso Buscemi - . E’ stato un 'sognatore', per lui non esisteva il termine 'non si può fare'. Ha sempre creduto nelle
potenzialità di Sciacca ritenendo che attraverso le Terme si potevano porre le basi per uno sviluppo della città. Note le sue battaglie per i servizi a partire dalla Sanità pubblica che anno dopo anno scadeva di livello e di cui è rimasto vittima, costretto dalla malattia a fare la via crucis fuori città. Con la sua scomparsa molti di noi hanno perso anche un amico".

“Un amico di tutti – ha detto il sindaco di Sciacca Fabio Termine – ed un uomo da sempre impegnato nel sindacato, per il bene degli altri, dei cittadini, della città. Attivo, solare, disponibile, altruista, sorridente, serio, concreto, si è sempre occupato delle grandi questioni di Sciacca e del suo territorio, con la passione, la competenza e la perseveranza che in tanti ammiravamo. Era sempre presente in ogni grande battaglia, a dare il suo personale contributo e del sindacato che rappresentava, anche durante la grave malattia che gradualmente ne ha eroso le energie. Ma non si è mai tirato indietro. Un esempio per tutti, di impegno, di attaccamento alla vita e alla sua città per la quale ha combattuto fino a quando le forze glielo hanno consentito. Una grande perdita per la nostra comunità”. 

“Mai dimenticheremo la professionalità e la serietà di Franco Zammuto, da anni coordinatore di Intercopa, l’associazione per l’acqua pubblica. Un male incurabile lo ha portato via agli affetti dei suoi cari. Ho avuto modo di conoscerlo personalmente e di apprezzarne le qualità morali e professionali. Una persona perbene che ha sempre combattuto per difendere gli interessi dei cittadini e dei più deboli. Addio caro Franco”. Lo afferma Alfonso Provvidenza, presidente dell’Assemblea dei sindaci di Aica.

Cordoglio anche da parte dell’associazione “L’AltraSciacca”. Siamo sempre stati legati a Franco - si legge in una nota - da sincera amicizia e rispetto reciproco, frutto della condivisione di tante battaglie, come quelle per l’acqua e per le nostre Terme che ci hanno visto per anni dalla stessa parte. Il ricordo di un indomabile combattente per i diritti civili e la tutela dei lavoratori sarà impossibile da cancellare. Il suo impegno, costellato di onori e oneri verso cui non si è mai tirato indietro, ne ha fatto un superbo compagno di viaggio lungo il cammino verso un unico obiettivo: la nostra amatissima Sciacca”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lutto nella Cgil: è morto Franco Zammuto, aveva 69 anni
AgrigentoNotizie è in caricamento