Domenica, 21 Luglio 2024
Tribunale / Centro città

La frana del Viale della Vittoria, progettista: "Spesi 400mila euro per mettere l'edificio in sicurezza"

Ultime battute del processo per il crollo del costone che provocò l'evacuazione di una settantina fra abitazioni e attività

"Per la messa in sicurezza dell'edificio, evacuato in seguito alla frana, sono stati spesi 400mila euro". Lo ha detto l'ingegnere Gianluigi Di Marco deponendo al processo, in corso davanti al giudice Manfredi Coffari, per il crollo del costone del viale della Vittoria, avvenuto il 5 marzo del 2014, che provocò l'evacuazione dei cosiddetti palazzi Crea dove abitano decine di famiglie, rientrate solo dopo anni, e di numerose altre attività.

Sotto accusa, per l'ipotesi di reato di disastro colposo, l’ex sindaco Marco Zambuto, il dirigente dell’ufficio tecnico comunale, Giuseppe Principato, e i tre presunti proprietari dei terreni prospicienti il costone dei cosiddetti Palazzi Crea le cui condizioni fatiscenti avrebbero provocato la frana. Si tratta di Maria Isabella Sollano, 82 anni, e dei figli Valentina e Oreste Carmina, 56 e 52 anni. Zambuto e Principato, secondo quanto ipotizza l'accusa, "sapevano già due anni prima del crollo della grave situazione di pericolo”, tanto che avevano messo per iscritto anche un’ordinanza di messa in sicurezza ma senza preoccuparsi che venisse rispettata come, invece, impone la legge.

Ai proprietari dei terreni prospicienti il costone del viale della Vittoria viene contestato, invece, di non avere adempiuto ad un’ordinanza, emessa il 5 aprile del 2011 dallo stesso Zambuto. 

L'ingegnere è stato incaricato dai condomini del palazzo "Crea ovest" di metterlo in sicurezza. "Non so dire - ha riferito all'avvocato di parte civile Maria Luisa Butticè - quali siano le cause del crollo, mi sono occupato della vicenda solo in un secondo momento quando ho ricevuto l'incarico di mettere in sicurezza il palazzo". La deposizione di Di Marco proseguirà il 19 giugno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La frana del Viale della Vittoria, progettista: "Spesi 400mila euro per mettere l'edificio in sicurezza"
AgrigentoNotizie è in caricamento