rotate-mobile
L'esito degli accertamenti / Favara

L'inchiesta sui frammenti ossei ritrovati a Favara, il Ris: sono resti di gatto e uccelli

Dei 23 pezzettini, quattro erano stati ritenuti riconducibili al genere umano dal medico necroscopo che li aveva visionati. Inevitabilmente subito si pensò alla misteriosa scomparsa della giovane Gessica Lattuca

Non sono di Gessica Lattuca. I 23 frammenti ossei rinvenuti durante i lavori edili in un immobile al civico 59 di via La Porta a Favara non appartengono alla giovane mamma misteriosamente scomparsa nel nulla. Non sono neanche umani, ma appartengono ad un gatto e a degli uccelli. È quanto è stato accertato dal Ris dei carabinieri di Messina dove i frammenti ossei erano stati inviati per essere analizzati. 

A dire il vero, il dubbio riguardava 4 frammenti ossei che, secondo il medico necroscopo, avrebbero potuto essere riconducibili al genere umano. Ma il Ris ha smentito questa eventualità e, di fatto, ha messo un punto fermo.

Ritrovati resti umani in uno stabile del centro di Favara: il pensiero corre subito a Gessica Lattuca

Dissotterrati, seppelliti e poi nuovamente tirati fuori? I frammenti ossei sequestrati verranno inviati al Ris

Era il 21 marzo scorso quando si diffondeva la notizia del rinvenimento di frammenti ossei in via Luigi La Porta a Favara. Subito, in maniera inevitabile appunto, il pensiero corse alla ventisettenne, madre di quattro figli, di cui non si hanno più notizie dal 12 agosto del 2018. Subito si alzò un nuovo polverone mediatico. Già lo stesso pomeriggio, AgrigentoNotizie evidenziò che non vi fosse affatto la certezza categorica - servivano appunto confutazioni scientifiche - che quei resti fossero veramente umani. Il padre della giovane, quasi a sentirselo, escluse fin da subito che quelli potessero essere i resti di Gessica. E dubbi manifestò anche l'ex compagno della giovane, Filippo Russotto. 

Frammenti di ossa in via La Porta, il padre di Gessica Lattuca: "Escludo che possa trattarsi dei resti di mia figlia"

Il giallo delle ossa umane ritrovate a Favara, l'ex compagno di Gessica Lattuca: "Mi stranisce che le unità cinofile non abbiano avvertito nulla"

Dossier, evidenziando che "le ossa parlano, raccontano e fanno capire", ricostruì quali erano gli esami necessari e i tempi per arrivare ad avere una risposta chiara su quei frammenti ossei. Resti, e adesso è certo, che non appartengono né a Gessica Lattuca, né agli altri due favaresi scomparsi.  

DOSSIER. L'inchiesta sui frammenti ossei ritrovati a Favara: sono umani o animali e a che epoca risalgono?

AgrigentoNotizie è anche su Whatsapp. Clicca qui per seguire anche il nostro canale


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'inchiesta sui frammenti ossei ritrovati a Favara, il Ris: sono resti di gatto e uccelli

AgrigentoNotizie è in caricamento