menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Forze di polizia, manifestazione dei sindacati a Roma

Sit-in in piazza Montecitorio giovedì mattina, indetto dai sindacati Conapo – Vigili del fuoco, Sap, Coisp e Consap (Polizia), Sappe (Polizia penitenziaria), Sapaf e Ugl (Forestale) che anche protestano per la mancata convocazione in vista della manovra

Una manifestazione quella di domani, 15 ottobre a Roma, degli uomini e donne in divisa, nel giorno in cui il Governo varerà la legge di Stabilità, per chiedere adeguati stanziamenti per il rinnovo dei contratti di lavoro dei Vigili del fuoco e delle Forze di polizia dopo sei anni di blocco dei contratti.

Il sit-in, che si terrà in piazza Montecitorio giovedì mattina, è stato indetto dai sindacati Conapo – Vigili del fuoco, Sap, Coisp e Consap (Polizia), Sappe (Polizia penitenziaria), Sapaf e Ugl (Forestale) che anche protestano per la mancata convocazione in vista della manovra.

«Dalla Sicilia partiranno diversi pullman con personale Vigili del fuoco ed appartenente ai vari Corpi di polizia – afferma Antonio Di Malta, segretario provinciale del Conapo Agrigento -. Questa estate la Corte costituzionale ha dichiarato illegittimo il protrarsi del blocco dei contratti nel pubblico impiego, per questo chiediamo di reperire i fondi nella legge di Stabilità per un "adeguato indennizzo": un ‘una tantum’ di 1.500 euro, che corrisponderebbe ad un quarto di quanto è costato ai lavoratori della sicurezza il blocco a partire dal 2009, e un aumento di 100 euro netti al mese per il contratto triennale, quale atto dovuto per coloro che rischiano la propria vita per garantire la sicurezza dei cittadini. Inoltre – prosegue Di Malta – i vigili del fuoco, accusano una “grave carenza di organico, mancando 3500 uomini nelle file operative ed un’età media è ormai troppo elevata a causa delle limitazioni alle assunzioni. Per i vigili del fuoco tanti rischi, tanti doveri ma pochi diritti: le retribuzioni sono di circa 7 mila euro annui inferiori alle già inadeguate retribuzioni degli altri Corpi dello Stato ed il ministro Alfano non può far finta di nulla. Il Conapo chiede anche di unificare i Dipartimenti del Ministero dell’Interno e tagliare le poltrone della burocrazia per recuperare fondi da destinare alla sicurezza».

Il 15 ottobre dunque protesta dei sindacati dei vigili del fuoco e delle Forze di polizia a Montecitorio e a Palazzo Vidoni per «chiedere che il Governo dia la dovuta attenzione alle criticità del personale in divisa e preveda nella legge di stabilità le risorse necessarie per un contratto dignitoso per i servitori dello Stato».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento