rotate-mobile
Lunedì, 30 Gennaio 2023
Microcriminalità / Canicattì

Tagliano i fili dell'impianto di allarme e provano ad intrufolarsi nel terreno di campagna: il colpo però fallisce

Uno dei comproprietari del terreno ha ricevuto, sul telefono cellulare, l'alert ed è accorso assieme alla polizia

Si attiva l'allarme collocato sul fondo agricolo di contrada Vito Soldano, a Canicattì, e uno dei comproprietari del terreno accorre senza neanche perdere un secondo di tempo. Al suo fianco, i poliziotti del commissariato di Canicattì. Tanto gli agenti, quanto il proprietario dell'appezzamento di terreno, un cinquantenne residente a Castrofilippo, hanno accertato che, qualcuno - in pieno pomeriggio - ha tentato, e anche ripetutamente, di forzare il portone di ferro per entrare nell'appezzamento di terreno dove ci sono svariate coltivazioni di uva e mandorli, ma anche mezzi agricoli - a detta del proprietario - di poco valore. 

E' stata danneggiata la serratura del portone di ferro, ma sono stati - verosimilmente pensando che non si innescasse l'impianto di allarme - tagliati i fili del sistema d'allarme. Il danno non è stato quantificato nell'esatto ammontare. 

L'uomo ha formalizzato denuncia, a carico di ignoti, al commissariato di polizia di Canicattì e gli agenti hanno subito avviato - anche se si presentano assai difficili visto che ci si trova in aperta campagna, non vi sono telecamere di videosorveglianza e nessuno avrebbe visto, né sentito nulla - le indagini. 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tagliano i fili dell'impianto di allarme e provano ad intrufolarsi nel terreno di campagna: il colpo però fallisce

AgrigentoNotizie è in caricamento