rotate-mobile
Cronaca

Fronde d'alberi spezzate e cornicioni pericolanti: è stata la tempesta del "Solstizio d'inverno"

A causa del mare forza sei, sono rimaste all'ancora di Porto Empedocle la motonave "Sansovino" e il traghetto "Cossydra"

Non soltanto in via Giuseppe La Loggia, meglio conosciuto come il "viale Alberato", ma anche in via Dei Pini a San Leone. Le forti raffiche di vento hanno fatto finire al suolo, anche nel rione balneare di Agrigento, una gigantesca fronda di albero.  In questo caso, per fortuna, non c'erano pedoni, né mezzi di passaggio e dunque anche se si è abbattuto sul selciato non ha provocato danni. Anche al viale Dei Pini sono accorsi i pompieri per mettere l'arbusto in sicurezza ed evitare ulteriori rischi.

Le folate di vento, sempre ieri, hanno fatto volar via alcuni ombrelloni collocati dai commercianti ambulanti per il tradizionale mercatino del venerdì. Anche in questo caso, per fortuna, non ci sono stati feriti, ma chi ha assistito all'episodio si è, inevitabilmente, spaventato.

La tempesta del "Solstizio d'inverno" era attesa. La Protezione civile regionale aveva diramato a tutte le centrali operative delle forze dell'ordine l'avviso di "generica vigilanza" visto che erano preannunciati, su tutto l'Agrigentino, forti venti settentrionali.

Un cornicione pericolante ha poi fatto intervenire la squadra dei vigili del fuoco in via Renato Candida a Fontanelle e ieri sera nel centro storico della città dei Templi.

A causa del mare forza sei, sono rimaste all'ancora di Porto Empedocle, nella serata di giovedì, la motonave "Sansovino" e ieri mattina il traghetto "Cossydra". Isolate, via mare, dunque, Lampedusa e Linosa. Il forte vento di burrasca, ieri mattina, faceva alzare onde di circa quattro, cinque metri.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fronde d'alberi spezzate e cornicioni pericolanti: è stata la tempesta del "Solstizio d'inverno"

AgrigentoNotizie è in caricamento