menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ingresso del commissariato di polizia "Frontiera"

L'ingresso del commissariato di polizia "Frontiera"

"Fornisce il nome di suo fratello", denunciato ventottenne

Ha violato, essendo stato trovato a Porto Empedocle, la misura cautelare dell'obbligo di dimora a Cattolica Eraclea. Ha rilasciato false dichiarazioni a pubblico ufficiale ed è stato "pizzicato" a guidare senza patente

Ha violato, essendo stato trovato a Porto Empedocle, la misura cautelare dell'obbligo di dimora a Cattolica Eraclea. Ha rilasciato false dichiarazioni a pubblico ufficiale ed è stato "pizzicato" a guidare senza patente, poiché - per effetto della misura cautelare - gli era stata revocata.

Denunce e sanzioni amministrative per un cattolicese di 28 anni. Il giovane è stato fermato ad un posto di controllo della polizia di Stato, nel quartiere dei Grandi Lavori. Avrebbe subito declinato le sue generalità, dicendo d'aver dimenticato la patente di guida a casa. Per l'insofferenza mostrata, i poliziotti lo portano al commissariato "Frontiera" dove, praticamente, ha confessato.

Il giovane ha ammesso d'aver, poco prima, fatto il nome e cognome di colui che è suo fratello. Indicando le proprie, vere, generalità, i poliziotti hanno, naturalmente, subito accertato che il ventottenne risultava essere sottoposto all'obbligo di dimora a Cattolica Eraclea. Obbligo di dimora che ha violato, trovandosi a Porto Empedocle. Per aver indicato false generalità a pubblico ufficiale e per l'inottemperanza alla misura cautelare è stato denunciato ed è stato chiesto l'aggravamento della misura.

Per la guida senza patente gli è stata invece elevata una multa da 5 mila euro. 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento