menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(foto ARCHIVIO)

(foto ARCHIVIO)

Forestali sul piede di guerra, i sindacati proclamano due giorni di sciopero

In una nota i segretari Giuseppe Di Franco, Calogero Acquisto e Veronica Iacono contestano il mancato stanziamento delle risorse per le attività antincendio

I lavoratori forestali scendono in piazza per protesta. Ad annunciarlo in una nota sono i sindacati di categoria Flai Cgil, Fai Cisl e Uila Uil attriverso i segretari Giuseppe Di Franco, Calogero Acquisto e Veronica Iacono.

"Le motivazioni - dicono - sono legate alla grande preoccupazione rispetto all’avvio in ritardo della campagna di prevenzione incendi di quest’anno,  in virtù del fatto che nella Finanziaria sono state appostate  per la realizzazione delle opere di prevenzione degli incendi e per la manutenzione ordinaria e straordinaria dei boschi, solo risorse extraregionali pari a 112.000 migliaia di euro a valere sui fondi POC 2014/2020 e  22.000 migliaia di euro a valere sui fondi FSC 2014/2020. Questa situazione - aggiungono - ha modificato la condizione di certezza delle progettazioni e la tempistica degli avviamenti nel settore forestale, cosa che fino all’anno scorso si aveva poiché le somme erano ad avvalersi nel bilancio della Regione Siciliana, e quindi immediatamente disponibili. E se da un lato c’è un serio rischio per l’ambiente, dall’altro, c’è la grande preoccupazione poiché la mancata assunzione in tempi utili, rischia di compromettere il raggiungimento dei livelli occupazionali previsti dalla legge, a partire dai lavoratori con garanzia occupazionale di 151 giornate ed a seguire 101 e 78 giornate". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giardinetti del campo sportivo: arriva l'adozione da parte di privati

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento