rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

L'addio a Giuseppe Di Stefano, l'appello del padre ai funerali: "Chi sa o ha visto aiuti a ricostruire la dinamica dell'incidente"

Alla polizia Stradale serve un testimone oculare per chiarire cosa sia accaduto quella maledetta sera e capire se qualcosa o qualcuno ha tagliato la strada al ventiseienne

"Chi sa qualcosa o ha visto aiuti a ricostruire la dinamica dell'incidente". E', grosso modo, con queste parole che il padre di Giuseppe Di Stefano, a margine dei funerali del ventiseienne, svoltisi nella chiesa di Fontanelle, ha lanciato un accorato appello. L'incidente stradale che ha ucciso il giovane agrigentino, anche per la polizia Stradale, appare inspiegabile. Ed anche la Stradale, nelle scorse ore, dopo un nuovo sopralluogo lungo la statale 640, all'altezza del bivio per Maddalusa, ha auspicato l'arrivo di qualche testimonianza. Serve un testimone oculare per chiarire cosa sia accaduto quella maledetta sera e capire se qualcosa o qualcuno ha tagliato la strada a Giuseppe Di Stefano mentre era in sella alla sua Yahama 250 Jbr. 

L'incidente stradale si è verificato alle 19,45 circa di martedì scorso

I funerali sono stati celebrati da don Maurizio Mangione, un parroco che conosce bene la famiglia Di Stefano. Ieri sera, era stata fatta anche una veglia di preghiera. Stracolma, soprattutto di giovani - amici e conoscenti di Giuseppe - la chiesa di Fontanelle. E don Maurizio ha cercato di fare forza alla famiglia commentando il Vangelo di Maria che sta ai piedi della Croce. "Non chiediamoci come è morto - ha detto don Maurizio - ma come ha vissuto Giuseppe e quello che lui ci ha lasciato".   


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'addio a Giuseppe Di Stefano, l'appello del padre ai funerali: "Chi sa o ha visto aiuti a ricostruire la dinamica dell'incidente"

AgrigentoNotizie è in caricamento