Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Fontanelle

Giardino della legalità, collocata una targa in memoria del giudice Giovanni Falcone

L'assessore Marco Vullo: "Tanta voglia di rilanciare il quartiere, includendo in un processo di legalità, di rispetto e netto miglioramento dell’ambiente tutti i cittadini"

Una targa in memoria del giudice Giovanni Falcone è stata installata nell’aiuola circolare vicino alla parrocchia di Fontanelle. A ringraziare - a margine della "Giornata della legalità" -  il comitato "Fontanelle insieme" è stato l'assessore comunale ai quartieri Marco Vullo. 

“Un’altra bella pagina mi dà maggiori stimoli in una giornata emblematica come quella di oggi nel ricordo delle vittime di mafia e della legalità ad andare avanti in questo rapporto sinergico, collaborativo e vivace con i ragazzi del comitato 'Fontanelle Insieme' e con tutto il mondo dell’associazionismo - ha detto Vullo - . Abbiamo sposato subito l’iniziativa dell’installazione di questa targa nel ricordo di Giovanni Falcone in un posto che ha un alto significato civile perché la sorella del giudice, Maria, aveva piantato un albero il 18 maggio del ’93 che appunto si chiama albero Falcone per ricordare la tremenda strage di Capaci. L’amministrazione ha dato il suo contributo decespugliando e abbiamo migliorato l’area, ma mi preme sottolineare l’impegno,la propositività dei ragazzi del comitato e del lavoro straordinario che hanno intrapreso per Fontanelle. Nel giro di dieci giorni, l’inaugurazione di piazzetta Livatino anche oggi interessata all’evento, la targa in memoria di Falcone dimostrano - ha evidenziato Vullo - quanta voglia c’è di rilanciare il quartiere e rendere inclusivi tutti i cittadini a sostenere, senza se e senza ma, un processo di legalità, di rispetto e netto miglioramento dell’ambiente in cui si vive e il sano coinvolgimento dei bambini, dei giovani che crescono con dei valori sani e con la cultura della legalità. Questo, come avevo già detto prima, è la sintesi di un processo civico e amministrativo che va sempre più avanti  e dai risvolti sociali ed educativi. Fontanelle ha dato l’incipit ma anche negli altri quartieri il feed-back con i cittadini e le associazioni sta producendo iniziative,attività ,buone prassi che spingono tutti noi a fare sempre meglio”. 

All'incontro di questo pomeriggio era presente il capo di Gabinetto della Prefettura di Agrigento Elisa Vaccaro, Giuseppe Ciminnisi coordinatore  nazionale familiari di vittime innocenti di mafia, Giovanni Lo Iacono che è il presidente della cooperativa Rosario Livatino, il sindaco di Agrigento Francesco Miccichè. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Giardino della legalità, collocata una targa in memoria del giudice Giovanni Falcone

AgrigentoNotizie è in caricamento