menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Aragona

Aragona

Recupero dei centri storici dell'Agrigentino, in arrivo 75milioni dalla Regione

Musumeci: "Siamo convinti che tutelando il patrimonio storico creiamo le condizioni per uno slancio alla riscoperta del nostro territorio e occasioni di lavoro e sviluppo"

Soldi dalla Regione per la riqualificazione dei centi storici. L’Agrigentino entra nei 75milioni di euro da spendere per il recupero dei luoghi. Nella graduatoria dei comuni linea A: Aragona, Bivona, Cammarata, Montevago e Santa Elisabetta.  Nella graduatoria comuni linea B: Ravanusa e San Giovanni Gemini.

"Gli investimenti sulla riqualificazione del tessuto urbano siciliano - ha commentato il presidente della Regione Nello Musumeci - rappresentano uno dei pilastri del mio programma di governo. Siamo convinti che tutelando il patrimonio storico specie dei piccoli centri creiamo le condizioni per uno slancio alla riscoperta del nostro territorio e occasioni di lavoro e sviluppo"

"Dopo aver elaborato due linee di finanziamento e stilato le graduatorie dei settanta progetti - spiega l’assessore alle Infrastrutture Marco Falcone - adesso acceleriamo decisamente sulle procedure. I Comuni possono già compiere le gare d’appalto, nelle more dei singoli decreti. In tal modo - sottolinea Falcone - puntiamo a far partire i primi interventi di questo vasto Piano di risanamento dei centri storici, messa in sicurezza e tutela di ambiente e beni culturali entro l’estate. Lavoriamo così al post-emergenza: gli investimenti infrastrutturali, abbattendo i tempi della burocrazia - conclude Falcone - devono essere la prima leva per risollevare la Sicilia dalla crisi economica scatenata dal coronavirus". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Vaccinazione Covid, parte il servizio di prenotazione con Postamat

Attualità

Rifacimento della via Archeologica, consegnati i lavori

Attualità

Solidarietà, via al progetto: "In Strada con i senza... niente"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento