menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Colle di San Gerlando, Nello Musumeci: "Pronta una gara d'appalto"

Il presidente della Regione è intervenuto nell’incontro promosso dalla parlamentare, Giusi Savarino. “Rigenerazione urbana, la nuova riforma dopo 40 anni”

Il governo regionale programma una gara per la messa in sicurezza del colle di San Gerlando. Il governatore della Regione, Nello Musumeci, fa sapere che qualcosa inizia davvero a muoversi. “La prossima settimana pubblicheremo la gara d’appalto per i lavori della collina sulla quale si regge la Cattedrale di Agrigento. Venti milioni di euro per l’opera di cui si parla da 8 anni”. Queste le parole del Governatore di Sicilia. La notizia, quasi certamente, ha fatto eco in ogni angolo di città. Musumeci, dunque, è intervenuto nell’incontro promosso dalla parlamentare, Giusi Savarino. “Rigenerazione urbana, la nuova riforma dopo 40 anni”. Questo, secondo quanto fatto sapere da La Sicilia, era il titolo del dibattito.  Musumeci ha anche parlato delle strade dell’Agrigentino.

“La Regione si occupa di tante materie ma non ha competenze sulle strade e sulle Ferrovie. In Sicilia le strade sono 3700 chilometri dello Stato e 17mila delle Province. La Regione non ha un chilometro di strada e nonostante tutto ha messo da parte 200milioni di euro per sistemare alcune delle migliaia di strade provinciali. Hanno distrutto le Province senza creare qualcosa che le sostituisse, dite che sono inutili? Le avete tolte? Cosa avete creato in cambio? Le competenze che erano della Province a chi le avete affidate? Ed ecco perché le strade provinciali versano in condizione di abbandono”.

E sulla sanità, Musumeci risponde così: “Abbiamo assunto 3200 operatori sanitari precari da anni; sbloccato i concorsi; dobbiamo assumere 1600 persone con la mobilità interna mentre per edilizia sanitaria è già predisposto e deliberato un piano di circa 8milioni di euro che prevede anche la riqualificazione di alcuni reparti degli ospedali agrigentini. Ai Pronto soccorso e Guardie mediche abbiamo dato 40mila euro per le cose elementari perché alcuni erano davvero impresentabili”. Diversi i temi affrontati da Nello Musumeci, colle di San Gerlando e viabilità, ma anche sanità e turismo. Il governatore chiude così l’incontro: “Dobbiamo smetterla con la cultura della rassegnazione, dov’è la dignità del popolo siciliano?”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento