menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Liquami in mare a San Leone, i capigruppo chiedono una verifica urgente

I consiglieri chiedono una "verifica urgente di proposta di divieto temporaneo di balneazione a San Leone e l'inserimento all'ordine del giorno dei lavori del consiglio comunale prossimo"

I capigruppo consiliari Alongi (Pdl), Galvano (Pd), Civiltà (Grande Sud), Messina (Patto per il Territorio) e Settembrino (Fli) con una nota, tramite il presidente del Consiglio comunale Trupia indirizzata al sindaco Marco Zambuto, al comandate della polizia municipale, ai rappresentanti legali della Girgenti acque e a tutti i consiglieri, chiedono una “verifica urgente di proposta di divieto temporaneo di balneazione a San Leone e l’inserimento all’ordine del giorno dei lavori del consiglio comunale prossimo”. 

 
“Appare urgente, a salvaguardia della salute pubblica, - scrivono in una nota congiunta - sentire il sindaco Zambuto e la 'Girgenti Acque' nelle persone dei loro rappresentati, in merito allo sversamento di liquami della rete fognaria per il tramite di un collettore di acque bianche sito in zona lido Aster e ulteriore sversamento da un pozzetto sito all’altezza della traversa 'mare Nostrum', ed i motivi per cui non sono stati adottati provvedimenti di divieto di balneazione della zona di mare interessata. Per questi motivi si chiede al sindaco di venire a riferire in Consiglio comunale e al presidente del Consiglio di inserire con urgenza all’ordine del giorno tale punto”.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Belt and Road Exibition 2021”, Agrigento presente alla fiera on line

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento