rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
L'intervento / Montevago

Fognatura nel fiume Belice, MareAmico: "A Montevago serve un depuratore"

L'associazione ambientalista: "I reflui, dopo aver inquinato le falde acquifere, finiscono nella riserva naturale del fiume Belice dove a pochi metri ad ovest c’è l’area archeologica di Selinunte"

"Forse pochi sanno che le fogne di tutto il paese di Montevago, invece di essere depurate, finiscono nel fiume Belice e quindi in mare, sol perché lì non esiste alcun depuratore". Lo scrive l'associazione ambientalista MareAmico che spiega: "Montevago un depuratore lo aveva, ma è stato distrutto dal sisma del 15 gennaio 1968, poi ne fu costruito un altro, sbagliando progettazione e realizzazione. Ed ancora oggi le fogne dei montevaghesi, dopo aver inquinato le falde acquifere, finiscono nella riserva naturale del fiume Belice, dove a pochi metri ad ovest c’è l’area archeologica di Selinunte, mentre ad est  - conclude Claudio Lombardo che è a capo di MareAmico - c’è lo splendido e pluripremiato mare di Menfi". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fognatura nel fiume Belice, MareAmico: "A Montevago serve un depuratore"

AgrigentoNotizie è in caricamento