rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Cronaca

Renzi, Alfano e la Cattedrale: il patto è stato firmato

Il premier ai piedi della Valle dei Templi ha dato il via ad una possibile rinascita, sotto lo sguardo attento del cardinale, Francesco Montenegro

Giornata storica per Agrigento. Ai piedi della Valle dei Templi, il premier Matteo Renzi, ha firmato il "patto". Al suo fianco il ministro degli Interni, Angelino Alfano, ed il presidente della Regione, Rosario Crocetta. Una firma che dovrebbe dare il via ad un nuovo corso per la Sicilia, ma anche e soprattutto per Agrigento. Tra gli "invitati" di giornata, anche il cardinale Francesco Montenegro.

Lui, l'ospite più interessato. Se avesse potuto mettere in grassetto quella firma, lo avrebbe fatto volentieri. Quel "patto" sorregge le speranze della Cattedrale. "Alfano avrebbe potuto far cadere il governo" ha detto scherzando Matteo Renzi. Per quella Cattedrale, sono state tante le promesse e troppe le attese.

Hanno sfilato i sindaci, da Ida Carmina ad Angelo Cambiano, Renzi è stato applaudito da tutti. Sotto il tempio della Concordia anche dei tiratori scelti, tutti a protezione di quel costoso "patto". All'ingresso della Valle dei Templi nessuna contestazione, il premier si è scusato ad uno ad uno con tutti per il ritardo. Uno sguardo ai templi e via, verso Catania. Interviste? Renzi è andato via, ormai quel patto era stato firmato. "Mi informano che abbiamo i microfoni aperti - ha detto durante la firma - ma non dico niente di male e non ho nulla da nascondere". 

LEGGI ANCHE: 

PATTO PER LA SICILIA, GLI INTEVENTI NELLA VALLE DEI TEMPLI

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Renzi, Alfano e la Cattedrale: il patto è stato firmato

AgrigentoNotizie è in caricamento