Il sindaco Firetto ricorda i minatori agrigentini morti a Marcinelle

Il primo cittadino depone una ghirlanda di fiori nella piazzetta di Montaperto per commemorare Carmelo Baio e Calogero Reale

Lillo Firetto

La mattina dell’otto agosto di sessant’anni fa, 262 minatori morirono a Marcinelle in Belgio in una delle più gravi tragedie sul lavoro di tutti i tempi. Tra questi 262 cinque minatori erano siciliani e due, Carmelo Baio e Calogero Reale agrigentini del quartiere di Montaperto.

Oggi pomeriggio alle 18,30, a sessant’anni di distanza da quella tragedia dell’8 agosto 1956, il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto deporrà una ghirlanda di fiori nella piazzetta di Montaperto a ricordo dei caduti di Marcinelle e in memoria dei due giovani agrigentini periti in quella circostanza.

“È significativo come quest’anno – ha detto il sindaco Firetto -  la giornata dell’otto agosto, sessantesimo anniversario della tragedia di Marcinelle coincida anche con la Giornata Nazionale del sacrificio del lavoro italiano nel mondo un modo emblematico per onorare i nostri caduti sul lavoro”.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Le rubano i documenti e non riesce a partire, l’appello di una madre: "Mia figlia è bloccata a Valencia"

  • Trova portafogli e lo porta in Questura, 70enne non sapeva d'averlo perso: rintracciato

  • Forti raffiche di vento e temporali, la Protezione civile dirama allerta "gialla"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento