menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lillo Firetto

Lillo Firetto

Firetto: "I Comuni non hanno mezzi adeguati per gestire l'accoglienza"

Il sindaco di Agrigento ha affrontato la questione in occasione della trentatreesima edizione dell'assemblea nazionale dell'Anci

“I comuni sono chiamati a fronteggiare con mezzi inadeguati la complessa questione dell'accoglienza ai migranti e a sopportare il pesante costo sociale che questa comporta”. Lo ha detto il sindaco di Agrigento, Lillo Firetto, durante l'ultima giornata di lavori della 33^ assemblea annuale Anci.

“Il sindaco Firetto – si legge in una nota - ha in particolare portato la propria testimonianza sul tema dell'accoglienza, in relazione all'andamento del fenomeno ad Agrigento, città in cui negli ultimi anni sono state create 13 Sprar e dieci strutture di accoglienza per minori immigrati non accompagnati, e che in cinque anni hanno inciso come costi, per circa otto milioni di euro, di cui molta parte rimasta di fatto a gravare sul bilancio dell'ente locale. Flussi importanti – ha osservato Firetto - che comunque si è riusciti a gestire. Adesso, dopo la fase dell'emergenza, si vive una fase di stabilizzazione nella quale tuttavia i costi per l'accoglienza devono essere meglio ripartiti con le Regioni e lo Stato e non devono andare ad incidere così pesantemente sulle sole casse dei Comuni. A questa esigenza di accoglienza e integrazione, rappresentata  dai migranti che decidono di restare, si associa anche la necessità di utilizzare tutti gli strumenti a disposizione per fronteggiare le molteplici esigenze di ascolto e di aiuto di cui l'Europa deve farsi carico, compresa la procedura del rimpatrio volontario assistito, volta ad accompagnare nel percorso verso casa il migrante che decide liberamente di ritornare al paese d'origine, nelle sue diverse fasi: dalla decisione di rientrare, alla logistica del viaggio e infine alla reintegrazione sociale ed economica nel luogo di residenza”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La provincia sempre più digitale, rilasciate 100 mila identità Spid

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento