Riqualificazione dell'asilo di via Lucrezio, il Comune: "I lavori saranno realizzati"

L'ente aveva infatti inserito il progetto anche dentro "Agenda urbana", salvandolo così dal "no" dell'Assessorato

Il Comune di Agrigento

I lavori di manutenzione dell'asilo nido di via Lucrezio saranno comunque realizzati.

Se come avevamo raccontato la Regione, con l'Assessorato alla Famiglia, avevano ritenuto non ricevibile la proposta per la realizzazione di lavori di riqualificazione, sistemazione degli spazi esterni e delle coperture all'asilo nido del Villaggio Mosè per assenza di una relazione, adesso dal Comune annunciano che i lavori saranno comunque svolti, ma con una linea di finanziamento diversa.

Bocciati dall'Assessorato regionale alla Famiglia il progetto per l'asilo di via Lucrezio

Il medesimo progetto, infatti, è stato comunque inserito nella cosiddetta "Agenda urbana", e quindi potrà essere portato a compimento. Un po' quanto avvenuto già con un altro progetto citato nel nostro articolo, quello per la riqualificazione di piazza Madonna della Catena, che è stato inserito all'interno degli interventi da realizzarsi con il sistema dei cantieri di servizio.

Insomma, il Comune sembra proprio batte ogni strada possibile per cercare di non perdere le occasioni offerte in termini di finanziamenti, provando anche a recuperare un gap che risale ormai negli anni in cui, con meno lungimiranza, si sono lasciati i cassetti delle progettazioni particamente vuoti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Caso di meningite in un supermercato? Una "bufala" che sta terrorizzando

  • "Non so dove trovare i soldi presi ai clienti": 40enne minaccia il suicidio, salvato in extremis

  • Torna a casa e trova un ladro che sta rubando in camera da letto: arrestato un 42enne

  • "Cosa nostra" in Canada, il nuovo padrino è Leonardo Rizzuto

  • Mancata convalida dell'arresto di Carola Rackete, la Cassazione respinge il ricorso della Procura

  • "Proteggere i resti del tempio di Zeus alla base del porto", l'allarme corre sui social

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento