Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

La "Four on six band" nel film di Capatonda, Savatteri: "Esperienza bellissima"

Quando trasformi la tua passione in lavoro, è li che inizia il tuo successo. E' la storia dell'agrigentino Fausto Savatteri, musicista e fanatico della bella musica

Il musicista Fausto Savatteri

Quando trasformi la tua passione in lavoro, è lì che inizia il tuo successo. E' la storia dell'agrigentino Fausto Savatteri, musicista e fanatico della bella musica. Una band e un disco che dovrebbe arrivare nei primi giorni di marzo e Milano, non la sua terra ma oggi la città dove ha ricevuto una delle proposte lavorative più gratificanti.

Savatteri e "I Four on six" rappresentano una delle realtà più importanti di jazz manouche. Dalla Francia al Belgio passando dalla Spagna, il ritmo elegante e gitano è stato ascoltato da tutti.

La svolta lavorativa arriva da una chiamata quasi casuale e inaspettata: dall'altra parte del telefono è Maccio Capatonda: comico, dopo i successi di Youtube ed Mtv è pronto a debuttare sul grande schermo con il film: "L'italiano medio". La proposta è quella di incidere tre brani per la prima parte del film. 

"E' stata un'esperienza bellissima - ha detto il musicista agrigentino Fausto Savatteri - la collaborazione è nata quasi per caso, grazie a Fabio Gargiulo. Lui ci ha sentiti suonare a Milano, alla fabbrica del Vapore e da lì ha proposto di registrare tre brani per la prima parte del film. Ma poi in sala prove è successo qualcosa di bello, è nata un'importante collaborazione e in tempi più che brevi abbiamo registrato altri brani. Nel film - spiega Savatteri - ci sarà anche 'Malisa' il nostro brano inedito. E' stato proprio Capatonda a volerlo nel suo film. Qualche chicca? Nei titoli di coda ci sarà il brano di Toto Cutugno 'l'Italiano', rivisitato e arrangiato da noi in chiave jazz manouche. Ovviamente l'italiano da vero si trasformerà in 'medio'. Toto Cutugno? Sì ha fatto anche i complimenti".

11080_810492442356097_8243090710266446502_n-2

Un riconoscimento importante, ma non dite a Fausto Savatteri che questo momento fa parte dell'apice della sua carriera: "Maccio era una sorta di idolo per me e per il gruppo, quindi essere nel suo film mi onora moltissimo, ma questo è il frutto di tanti sacrifici. Paradossalmente noi riusciamo ad avere maggiore successo fuori dall'Italia, presenteremo il nostro disco a a Bruxelles alla Tentation, dove organizzano anche diversi festival jazz molto importanti, quindi penso che il meglio deve ancora venire".

Fausto Savatteri si nutre di pane e musica, ma non dimentica la sua grande passione: "Comunque ci tenevo a dire una cosa, forza Akragas oggi e per sempre".  Il film "Italiano medio" è distribuito in Italia da Medusa film ed uscirà nella sale il 29 gennaio 2015.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La "Four on six band" nel film di Capatonda, Savatteri: "Esperienza bellissima"

AgrigentoNotizie è in caricamento