rotate-mobile
Cronaca

Brevetti, scoperte ed invenzioni: successo per la terza serata del Festival delle Scienze

L'evento, è stata “inaugurato” dall’astrofisico Luigi Pulone. Il ricercatore per la prima volta ad Agrigento, ha parlato delle onde gravitazionali

Ieri sera, il Festival delle Scienze non ha tradito le aspettative. Sopra i cieli della città, è tornata a “salutare” la navicella spaziale di Paolo Nespoli. Ancora occhi all’insù e Valle dei Templi vista da una prospettiva invidiata da tutti. La serata, è stata “inaugurata” dall’astrofisico Luigi Pulone. Il ricercatore per la prima volta ad Agrigento, ha parlato delle onde gravitazionali.

Lui, ha lavorato anche allo European Southern Observatory studiando l’evoluzione e le distribuzioni di masse stellari negli ammassi globulari ed ha partecipato allo sviluppo di parte del software per l'analisi dei dati provenienti dal satellite astrometrico europeo Gaia, come responsabile per il software di separazione di spettri in campi stellari densi. Lo spazio diviso in quattro dimensioni, le scoperte che avanzano e “un’antenna che per la prima volta riesce a trovare l’onda gravitazionale”.

"Festival delle scienze", la terza serata

L’intervento di Pulone ha sorpreso tutti, tra il pubblico diversi giovani che hanno che hanno seguito con attenzione le slide e le spiegazioni dell’astrofisico. Il secondo intervento è stato ad opera di Corrado Trigilio, astronomo laureato in fisica. Lui, ha portato sul palco la radioastronomia, invenzione che nei prossimi anni è pronta a cambiare il mondo. Uno strumento complesso, che rivoluzionerà e mostrerà in maniera peculiare dei buchi neri alle onde gravitazionali. “La ricerca? Continua, malgrado diversi fondi siano stati tagliati – ha detto Trigilio – ma la scienza va avanti, l’Italia parteciperà alla costruzione del più grande radio telescopio del mondo”.

La serata si è conclusa con l’intervento di Emilio Sassori Corsi. Innovatore che ha fatto della sua tenacia uno stile di vigta. Il fisico è amministratore delegato della Glass to Power. “L’energia a chilometro zero è un progetto importante, brevettato dall’università Bicocca di Milano. Come fare? Per produrre energia rinnovabile si potrebbero anche sfruttare le finestra di casa, dotate di un impianto fotovoltaico”. Invenzioni, scoperte e tanto altro: la terza serata del Festival delle Scienze è stata ancora una volta un successo. Tommaso Parrinello, ideatore dell’evento, si è detto soddisfatto.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brevetti, scoperte ed invenzioni: successo per la terza serata del Festival delle Scienze

AgrigentoNotizie è in caricamento