rotate-mobile
Domenica, 23 Giugno 2024
Cronaca Aragona

Aragona: Festa della vendemmia, un grande successo

In una domenica tipicamente autunnale si è celebrata la fine dell’estate

La Miniera di Taccia Caci ha offerto  uno scenario unico e naturale alla Festa della Vendemmia 2011, manifestazione organizzata dai Viticultori associati  con il patrocinio dell’Amministrazione comunale di Aragona. In una domenica tipicamente autunnale si è celebrata la fine dell’estate, dopo aver messo a riposare nelle botti delle cantine i bianchi, i rossi e i rosati, vini nati dal sapiente e costante lavoro e dall’esperienza realizzati in oltre 40 anni di attività.

Una festa dal sapore tradizionale che ha voluto coniugare la degustazione dei vini ai prodotti tipici, come i formaggi, il pane, la salsiccia, le olive e la frutta, il tutto accompagnato da buona musica e da una coinvolgente allegria. La scelta della location non è stata assolutamente casuale, ma conferma il procedere di un progetto enologico nato tre anni fa tra il nuovo consiglio d’amministrazione della cantina e l’Amministrazione Tedesco, che prevede la gestione e l’utilizzo di una parte delle strutture del Parco minerario per scopi di affinamento. Tra le novità promosse dalla Festa della Vendemmia  due  le etichette di particolare interesse, ulteriormente legate al territorio con due nomi tratti dalle novelle di Pirandello: il Fileno, vino bianco e il Centuno, un rosso di nero d'avola affinato per un periodo limitato in botti di rovere.

“La vendemmia - spiega  Giovanni Greco, presidente di Viticultori associati – dal punto di vista qualitativo è stata ottima, le temperature asciutte hanno consentito una buona maturazione delle uve per cui  prevediamo un'eccellente annata come qualità dei vini. Certo, la produzione dei vini sarà inferiore perché c’è stato un calo sostanziale nella produzione delle uve, circa il 30-35% in meno, tuttavia speriamo che tale differenza venga compensata da una migliore vendita sul mercato. Fare delle previsioni al momento è un po’ azzardato, vedremo nel 2012 quando i nostri prodotti saranno  in commercio, ma noi siamo ottimisti perché dal punto di vista qualitativo i nostri vini sono eccezionali e pertanto l’unico vero problema sarà legato alla comunicazione  e  alle operazioni di marketing aziendale. La nostra presenza, questa mattina ad Aragona, conferma il procedere di un lungo e articolato progetto di promozione che intende lanciare un’idea diversa di azienda vitivinicola collegata strettamente al territorio. Anni di esperienza mi hanno portato a credere che il vino da solo non basta, per vendere un buon prodotto serve anche raccontare il territorio, il contesto su cui si muove l'azienda e la Miniera Taccia Caci offre alla vendemmia del 2011 una location veramente unica per lanciare le nostre novità.”

“Si tratta - ha dichiarato il sindaco di Aragona Tedesco - di un'iniziativa veramente particolare, che ha saputo coniugare i nostri prodotti e la nostra storia con la riscoperta del Parco minerario e della miniera Taccia Caci, miniera appartenuta alla famiglia Portulano, da cui discendeva la moglie di Pirandello. La nostra storia e la nostra identità si coniugano così, in maniera naturale, con l’attività imprenditoriale dei viticoltori Associati di Canicattì, che hanno scelto questo sito per promuovere i loro vini, dando la possibilità ai numerosi visitatori di fruire del Parco minerario, di scoprirne le ricchezze e di degustare i prodotti tipici della nostra terra. Con questo progetto si concretizza un’idea sperimentale di microeconomia, che incentiva il turismo culturale e che dà anche la possibilità agli imprenditori di trovare una location unica per le loro attività e le loro ricerche.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aragona: Festa della vendemmia, un grande successo

AgrigentoNotizie è in caricamento