rotate-mobile
Controlli interforze / San Leone

Niente risse, né disordini per Ferragosto: soccorsi ubriachi e gente che non trovava l'auto

Una donna di Caltanissetta, in compagnia del figlio, non aveva proprio idea - perché non conosceva il rione balneare - di dove avesse lasciato la vettura. A setacciare traverse e traversine sono stati i poliziotti

Non ci sono state risse, né disordini. Il piano di sicurezza - varato dalla Questura, dopo il comitato provinciale in Prefettura - per le notti "folli" di sabato, domenica e lunedì ha funzionato. A San Leone, punto di raduno per giovani di Agrigento e hinterland, non si sono registrate emergenze. Certo gli arenili si sono "risvegliati" ricolmi di cenere e carbonella bruciacciata - in violazione dell'ordinanza del sindaco Franco Micciché - e, come da tradizione, c'erano rifiuti sparsi un po' ovunque, ma il piano di sicurezza "Ferragosto sicuro" ha, appunto, funzionato. E questo grazie ai controlli interforze. Le pattuglie delle forze dell'ordine, fino all'alba di ieri, hanno monitorato il deflusso, dal rione balneare, di tutti coloro che hanno fatto baldoria per la notte di più lunga dell'estate.  

Falò abusivi di Ferragosto, la spiaggia del Viale delle Dune si “risveglia” con la cenere dei barbecue

I poliziotti della sezione Volanti, durante la notte di Ferragosto, hanno soccorso tre o quattro ubriachi. Nessuna guida in stato di ebbrezza, ma semplicemente giovani che, ad un certo punto, sono collassati a causa del troppo alcol ingurgitato. Ragazzi e ragazze sono stati affidati alle cure dei sanitari del 118. Nessuna emergenza anche in questo caso. 

Incidente in piazzale Giglia durante lo spettacolo di Ferragosto, drone finisce addosso a una signora seduta su una panchina

All'alba, dopo lo spettacolo di piazzale Giglia, sempre gli agenti delle Volanti si sono dovuti mobilitare - concretizzando, ancora una volta, lo slogan: #Essercisempre - per cercare e ritrovare le auto di persone, provenienti da fuori provincia, che non ricordavano in quale traversa di San Leone avevano parcheggiato la macchina. Fra i più casi, quello di una donna di Caltanissetta, in compagnia del figlio, che non aveva proprio idea - perché non conosceva il rione balneare - di dove avesse lasciato la vettura. A setacciare traverse e traversine sono stati, appunto, gli agenti che, dopo più di un'ora abbondante di ricerche, hanno ritrovato la macchina e hanno consentito alla donna di poter far ritorno a casa.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente risse, né disordini per Ferragosto: soccorsi ubriachi e gente che non trovava l'auto

AgrigentoNotizie è in caricamento