"Avaria ai sistemi anti inquinamento", la Guardia costiera ferma una nave

L’unità battente bandiera Antigua & Barbuda, a causa del cattivo tempo, ha trovato riparo nel porto della città marinara

Avaria ai sistemi antinquinamento, la Guardia costiera di Porto Empedocle ferma una nave. Il provvedimento  è stato emanato  nella giornata di sabato 2 marzo, ed è stato adottato in quanto l’unità successivamente ad una ispezione approfondità effettuata dagli ispettori Psc guidati dal capitano di Fregata Gennaro Fusco.

La nave, dunque, risultava essere in condizioni sub-standard secondo le normative internazionali per la sicurezza della navigazione. 

L’unità battente bandiera Antigua & Barbuda, ha cercato riparo nella rada del porto di Porto Empedocle a causa del cattivo tempo, è stata infatti sottoposta a fermo a causa delle gravi carenze riguardanti il sistema di separazione delle acque di sentina prevista dalla convenzione Internazionale Marpol (Marine Pollution) generatore ausiliario di emergenza e per carenze al sistema di gestione della qualità.

Al momento l’unità risulta ancora ferma nel porto di Porto Empedocle, in attesa che vengano ripristinati gli standard minimi per poter essere nuovamente autorizzati a navigare. L’unità dovrà essere sottoposta ai controlli da parte degli ispettori del registro Italiano Navale (Rina Services), responsabile del rilascio della certificazione di sicurezza e del Registro di classifica russo responsabile del rilascio del certificato sicurezza gestione qualità.

Il nucleo PSC della Capitaneria di Porto di Porto Empedocle, guidata dal capitano di Fregata Gennaro Fusco ha da sempre  profuso notevoli sforzi nella lotta al fenomeno delle “carrette” del mare, ovvero navi sub-standard  che, in difformità delle convenzioni internazionali, navigano con gravissimo rischio per la sicurezza della navigazione e dell’ambiente marino nonché per la sicurezza e per le condizioni di vita delle persone che sulle navi vivono e lavorano.

"Dopo gli importanti risultati ottenuti nell’anno 2018 - fa sapere la Capitaneria - che hanno fatto registrare il vivo apprezzamento da parte del Comando Generale delle Capitanerie di Porto, dall’inizio sono già 4 le navi ispezionate dal Nucleo Psc".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'asfalto cede ed il camion sprofonda, paura al Villaggio Mosè: intervengono i vigili del fuoco

  • "Aggredita e derubata da tre minori", 50enne lotta tra la vita e la morte

  • "Sporcaccione, non si buttano qui i rifiuti": scoppia la lite fra due uomini e accorre la polizia

  • Forti raffiche di vento e temporali, la Protezione civile dirama allerta "gialla"

  • Trova portafogli e lo porta in Questura, 70enne non sapeva d'averlo perso: rintracciato

  • Il riscatto e la rinascita, Andrea Mendola: "Non vedevo futuro adesso tutto è cambiato"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento