menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il procuratore capo, Luigi Patronaggio ed il procuratore aggiunto, Salvatore Vella

Il procuratore capo, Luigi Patronaggio ed il procuratore aggiunto, Salvatore Vella

Contrasto all'immigrazione clandestina, fermati nove "trafficanti di esseri umani"

Due importanti operazioni portate avanti dalla Procura della Repubblica di Agrigento. E' stata individuata una "nave madre" che ha lasciato in precarie condizioni 81 migranti

“Trafficanti di esseri umani”. La Procura della Repubblica di Agrigento ha coordinato due distinte ed importanti operazioni utili al contrasto dell’immigrazione clandestina. Sono state fermate in tutto nove persone.

Nella prima delle due operazioni, quella condotta dalla Squadra Mobile di Agrigento, sono stati fermati due tunisini responsabili “dell’ingresso nel territorio dello Stato di 43 immigrati per lo più di origine sub sahariana". 

Nella seconda operazione, condotta dalla Guardia di finanza con l’ausilio di mezzi aerei e navali, sono stati sottoposti a fermo 4 cittadini sedicenti libici ed egiziani. Sono loro che con un peschereccio di altura hanno rimorchiato al limite delle acque territoriali una imbarcazione con a bordo 81 migranti. 

La nave ha abbandonato in precarie condizioni di sicurezza i migranti ed è fuggita in acque libiche. La Guardia di finanza ha intercettato la “nave madre” che cercava di fuggire. I “trafficanti di esseri umani” sono stati fermati. Le operazioni sono state coordinare dal procuratore capo, Luigi Patronaggio, dall'aggiunto Salvatore Vella e dal pm Cecilia Baravelli. La Questura di Agrigento sta identificando ed interrogando i migranti.  

La "nave madre" a Licata

Arriverà domani mattina a Licata un peschereccio sequestrato in acque internazionali che trasportava  81 clandestini. Lo rendono noto fonti del Viminale.  L'imbarcazione, dopo aver trainato un barchino in mare aperto vi aveva fatto trasbordare gli immigrati che si erano poi diretti verso l'Italia, mentre il peschereccio aveva fatto rotta verso l'Africa. La situazione è stata monitorata dalla Polizia

di Stato anche grazie a un velivolo messo a disposizione da Frontex. Il passaggio degli immigrati è stato filmato: subito sono scattate le procedure per bloccare l'imbarcazione principale. A bordo sono state trovate sette persone (sei egiziani e un tunisino). Tutte sono in stato di fermo per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento