"Ferita alla mano per colpa di un lampione", chiesto risarcimento al Comune

Una donna cita Palazzo dei Giganti sostenendo di essere caduta anche a causa della pavimentazione sconnessa

Si ferisce a una mano a causa, sostiene, dell'improvviso spegnimento di un lampione e della pavimentazione sconnessa e cita per danni il Comune di Agrigento. L'ente ritiene la pretesa infondata e si costituisce in giudizio.

C.Y.S., nei mesi scorsi, ha notificato un atto di citazione chiedendo, a titolo di risarcimento dei danni, 11.660 euro, oltre interessi e rivalutazione, sostenendo di essersi infortunata nella scalinata di via Patricolo, nel centro storico. L'incidente sarebbe avvenuto il 25 febbraio del 2013. La donna, dopo che un lampione si sarebbe spento improvvisamente, a causa della pavimentazione sconnessa, sarebbe scivolata e, nel tentativo di tenersi, si sarebbe procurata un taglio alla mano urtando contro una lamiera.

Il Comune ha dato mandato all'avvocato Agata Vecchio, dipendente dell'ente, di difesa e rappresentanza in giudizio per chiedere il rigetto della domanda.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento