menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Spari in aria per costringere la moglie a rapporti sessuali", condannato a 5 anni di reclusione

Il giudice per le udienze preliminari, Francesco Provenzano, ha disposto anche il pagamento di una provvisionale di 15 mila euro

Cinque anni di reclusione e 15 mila euro di provvisionale. E' questa la sentenza del gup del tribunale di Agrigento, Francesco Provenzano, a carico di un sessantanovenne di Favara imputato di violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia. A rappresentare e difendere l'imputato: gli avvocati Salvatore Pennica e Domenico Russello. 

Secondo quanto ha sostenuto l'accusa, rappresentata dal pm Gianluca Caputo, l'uomo - già a partire dal 2010 - avrebbe costretto la moglie a rapporti sessuali. E lo avrebbe fatto minacciando la quarantaquattrenne - che è stata rappresentata dall'avvocato Maria Alba Nicotra - sparando colpi d'arma da fuoco in aria. Proprio dopo questi episodi, la donna-vittima - inevitabilmente terrorizzata - andò via da quell'abitazione. 

Il pubblico ministero Caputo aveva chiesto la condanna a 6 anni di reclusione.   

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento