Traffico di cocaina dal Belgio, fidanzato scagiona imputata: "Veniva a Palermo solo per me"

Il palermitano Vincenzo Giudice, condannato a 18 anni di carcere nello stralcio abbreviato dell'inchiesta, depone in aula e tenta di scagionare la compagna Rania El Moussaid

Gli imputati dell'inchiesta Up and down

"Rania viaggiava per Palermo perchè siamo fidanzati e vivevo là, mi veniva a trovare e collaborava con la mia agenzia di scommesse. Solo per questo aveva rapporti con Carmelo Fallea".

Il quarantaduenne palermitano Vincenzo Giudice, condannato a 18 anni di carcere nello stralcio abbreviato dell'inchiesta, depone in aula e tenta di scagionare la compagna Rania El Moussaid, 35 anni, originaria del Marocco ma da sempre residente ad Agrigento. La sua citazione, davanti ai giudici della prima sezione penale, presieduta da Alfonso Malato, era stata chiesta all'udienza precedente dal difensore della donna, l'avvocato Salvatore Pennica.

Il processo scaturisce dall'inchiesta “Up and down” (tradotto significa “su e giù”), che ha disarticolato un vasto traffico internazionale di cocaina dal Belgio. Il grosso giro di droga, ipotizzato dagli inquirenti, avrebbe avuto il punto di approdo nella provincia di Agrigento e, in particolare, a Favara.

Sul banco degli imputati, oltre allo stesso Carmelo Fallea, 45 di Favara, e a Rania El Moussaid, siedono: Gaspare Indelicato, 37 anni, di Favara; Calogero Presti, 47 anni, di Favara e Carmelo Vaccaro, 42 anni, anch’egli di Favara. Le accuse contestate, a vario titolo, sono di associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di droga. Contestati anche svariati episodi singoli di cessione o detenzione ai fini di spaccio.

Sarebbero stati loro a gestire la cellula favarese dell'organizzazione. L'istruttoria dibattimentale è conclusa. Il difensore della donna (nel collegio anche gli avvocati Daniela Posante, Giovanni Castronovo, Antonino Gaziano e Salvatore Virgone) vuol fare emergere la circostanza che i viaggi dell'imputata a Palermo non sarebbero stati motivati dal suo ruolo nell'organizzazione criminale ma dalla relazione con l'altro imputato. Il 21 dicembre è in programma la requisitoria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ricerca: "Chi ha questo gruppo sanguigno è più protetto dal Covid"

  • Auto sbatte contro un cancello e si ribalta lungo la statale 122, morto il ventiseienne

  • Paura e contagi fuori controllo nell'Agrigentino, Cuffaro sbotta: "La verità? Siamo in mano a nessuno"

  • Focolaio di coronavirus in casa di riposo, oltre 50 i positivi: Campobello è a rischio "zona rossa"

  • Coronavirus, boom di contagi ad Aragona: 24 in un solo giorno e si arriva a 65 positivi, un'altra vittima a Canicattì

  • Coronavirus, i positivi continuano ad aumentare: chiuse piazze e vie e stop alle scuole

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento