rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Itria / Favara

Il tentato omicidio con una coltellata al petto per degli schiamazzi in strada, chiesto rinvio a giudizio per 25enne

A scontrarsi sono state due coppie di fratelli dopo un banale litigio: uno dei due sarebbe stato colpito con un fendente al torace e l'altro col calcio della pistola e un casco in faccia e in testa

Tentato omicidio a coltellate dopo un litigio provocato dagli schiamazzi notturni in occasione della festa di Halloween dello scorso anno. Sei giorni più tardi, ovvero il 7 novembre, le minacce e l'aggressione. 

La procura, adesso, con il pubblico ministero Giulia Sbocchia, ha chiesto il rinvio a giudizio del 25enne Giuseppe Limblici per le accuse di tentato omicidio, lesioni aggravate e porto illegale di coltello in luogo pubblico. Il giovane, per questi fatti, si trova ancora agli arresti domiciliari.

Il fratello diciassettenne, secondo la ricostruzione del fatto, dopo avere ricevuto la minaccia di venire investito con l'auto per avere fatto rumore con gli amici, chiama in soccorso il fratello maggiore e aggrediscono altri due fratelli: il più grande dei due, in particolare, avrebbe colpito uno dei rivali con un coltello di 17 cm al torace provocandogli un collasso polmonare e una frattura.

Scontro fra coppie di fratelli: due arresti e due feriti

La vittima, un quarantacinquenne anch'egli di Favara, si salvò dopo avere rischiato di morire ed essere stato ricoverato in codice rosso. I medici gli hanno messo a referto una prognosi di 40 giorni.

Il fratello, di un anno più giovane, sarebbe stato invece aggredito, sempre da Giuseppe Limblici, al volto e alla testa col calcio di una pistola scacciacani (sequestrata nell'abitazione familiare dopo perquisizione) e con un casco. 

I carabinieri, poche ore dopo il fatto, hanno arrestato Giuseppe Limblici e il fratello che, all'epoca era minorenne e, quindi, sarà processato separatamente. 

Il difensore del venticinquenne, l'avvocato Giuseppe Barba, ha chiesto il giudizio abbreviato alla condizione di sentire in aula un consulente medico legale. Il giudice per l'udienza preliminare, Iacopo Mazzullo, ha dato il via libera e aggiornato l'udienza al 19 settembre.

I due fratelli feriti, intanto, si sono costituiti parte civile con l'assistenza dell'avvocato Domenico Russello.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il tentato omicidio con una coltellata al petto per degli schiamazzi in strada, chiesto rinvio a giudizio per 25enne

AgrigentoNotizie è in caricamento