rotate-mobile
Sabato, 2 Luglio 2022
Cronaca Favara

L'agguato di Favara, l'istanza: "Il ferito deve essere sorvegliato"

Il legale di fiducia di Carmelo Nicotra, l'avvocato Salvatore Cusumano, ha presentato al procuratore capo Luigi Patronaggio e alla tenenza dei carabinieri, la richiesta di controllo per il trentacinquenne vittima del tentato omicidio

Le indagini dei carabinieri della tenenza di Favara e della compagnia di Agrigento, intanto, vanno avanti. Restano, naturalmente, ancora in attesa - ma ci vorrà del tempo -, dell'esito dell'esame dello "Stub". Il tampone adesivo che raccoglie eventuali tracce di polvere da sparo sulle mani è stato, infatti, mandato al Ris di Messina. Ma i carabinieri avrebbero, specialmente nelle ultime ore, concentrato la loro attenzione sulla Renault trovata carbonizzata in contrada Cannatello.

LEGGI ANCHE: Il ferito zoppicando cercava di raggiungere il pronto soccorso 

Non è ancora chiaro - o comunque non filtrano indiscrezioni sull'eventuale ipotesi investigativa - se, perché e come questa autovettura distrutta dalle fiamme sia correlabile al tentato omicidio di Nicotra.

VEDI LA VIDEO INTERVISTA: Il grido del sindaco: "Serve potenziare le forze dell'ordine"

Martedì sera, mentre stava per aprire la saracinesca del suo magazzino, due o tre persone gli avrebbero sparato contro una miriade di colpi di pistola e fucile, dal calibro di un  kalasnikov. Si parla di trenta, forse addirittura quaranta colpi. Un proiettile ha colpito il trentacinquenne ad un gluteo e gli ha frantumato il femore. Motivo per il quale è stato sottoposto a due interventi chirurgici nel giro di neanche due giorni.

LEGGI ANCHE: Sparatoria fra due gruppi rivali? Ferito trentacinquenne

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'agguato di Favara, l'istanza: "Il ferito deve essere sorvegliato"

AgrigentoNotizie è in caricamento