Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Favara

Blitz Mosaico, il pentito Quaranta: "... dicivanu avi setti spirdi comu i atti, chistu un mori mai”

Il collaboratore di giustizia ai magistrati della Dda: "a u Belgiu ci iu a chianciri, ci iu a chianciri du picciottu ... ca avi un nomu tunisinu, ci iu a chianciri picchì u colpu ‘ntesta l’avia a ricevere Maurizio Distefano" 

“… a u Belgiu ci iu a chianciri, ci iu a chianciri du picciottu ... ca avi un nomu tunisinu, ci iu a chianciri picchì u colpu ‘ntesta l’avia a ricevere Maurizio Distefano in Belgio. Però siccome Maurizo Distefano ha avuto ... . Emanuele Ferraro mi disse che u corpu ‘ntesta l’avia a pigghiari … Maurizio furia”. E’ il 6 aprile del 2018 quando, con queste parole, il collaboratore di giustizia Giuseppe Quaranta riporta ai magistrati della Dda di Palermo “quanto personalmente confidato da Ferraro nel corso di quella riunione – ricostruisce, nelle pagine dell’ordinanza di custodia cautelare che hanno portato a 7 arresti, il gip del tribunale di Palermo Guglielmo Nicastro - . In particolare, Ferraro aveva evidenziato che Distefano avrebbe dovuto essere ucciso con un ‘colpo in testa’ ma, per sua fortuna, aveva fatto ingresso nella abitazione – prosegue la ricostruzione riportata nell’ordinanza – Jakelich che era stato effettivamente colpito in testa. Lo stesso Distefano, raggiunto da altri colpi, gli era sembrato morto ma aveva solo perso conoscenza”.

Agguato in Belgio: muore un empedoclino, grave un favarese

Il duplice tentato omicidio, il pentito Quaranta: "Il bersaglio era Maurizio Distefano"

L’omicidio di Mario Jakelich e il contestuale tentato omicidio di Maurizio Distefano avvenne a Liegi il 14 settembre del 2016. Di fatto, avvenne circa 8 mesi prima rispetto al tentato duplice omicidio – era il 23 maggio del 2017 – di via Torino a Favara, quello in cui tanto Carmelo Nicotra quanto Maurizio Distefano rimasero feriti.

Blitz "Mosaico" e il duplice tentato omicidio, l'inchiesta: "Nicotra tacque la presenza di Distefano"

Ed è solo per il tentato duplice omicidio di Nicotra e Distefano – per come, ripetutamente, evidenziato, durante la conferenza stampa in Questura, dal dirigente della Squadra Mobile di Agrigento: il vice questore aggiunto Giovanni Minardi – che il gip Nicastro ha firmato l’ordinanza per 7 dei 18 indagati.

In merito ai fatti di settembre 2016 di Liegi, il pentito di Favara, parlando della mancata vittima, spiegava ai magistrati della Dda di Palermo: “Non ci interessa ca si ... ha una persona insieme e ammazzano a chiddu, l’importante che lui si salva. Tanto è stato fortunato, tanto è stato fortunato ... pi iddi era morto, invece era svenuto, tanto era stato ... fu fortunato, è fortunato ... e a Favara dicivanu avi setti spirdi comu i atti, chistu un mori mai”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz Mosaico, il pentito Quaranta: "... dicivanu avi setti spirdi comu i atti, chistu un mori mai”

AgrigentoNotizie è in caricamento