menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un frame del filmato acquisito dagli investigatori dopo il duplice tentato omicidio

Un frame del filmato acquisito dagli investigatori dopo il duplice tentato omicidio

Blitz Mosaico, il pentito Quaranta: "... dicivanu avi setti spirdi comu i atti, chistu un mori mai”

Il collaboratore di giustizia ai magistrati della Dda: "a u Belgiu ci iu a chianciri, ci iu a chianciri du picciottu ... ca avi un nomu tunisinu, ci iu a chianciri picchì u colpu ‘ntesta l’avia a ricevere Maurizio Distefano" 

“… a u Belgiu ci iu a chianciri, ci iu a chianciri du picciottu ... ca avi un nomu tunisinu, ci iu a chianciri picchì u colpu ‘ntesta l’avia a ricevere Maurizio Distefano in Belgio. Però siccome Maurizo Distefano ha avuto ... . Emanuele Ferraro mi disse che u corpu ‘ntesta l’avia a pigghiari … Maurizio furia”. E’ il 6 aprile del 2018 quando, con queste parole, il collaboratore di giustizia Giuseppe Quaranta riporta ai magistrati della Dda di Palermo “quanto personalmente confidato da Ferraro nel corso di quella riunione – ricostruisce, nelle pagine dell’ordinanza di custodia cautelare che hanno portato a 7 arresti, il gip del tribunale di Palermo Guglielmo Nicastro - . In particolare, Ferraro aveva evidenziato che Distefano avrebbe dovuto essere ucciso con un ‘colpo in testa’ ma, per sua fortuna, aveva fatto ingresso nella abitazione – prosegue la ricostruzione riportata nell’ordinanza – Jakelich che era stato effettivamente colpito in testa. Lo stesso Distefano, raggiunto da altri colpi, gli era sembrato morto ma aveva solo perso conoscenza”.

Agguato in Belgio: muore un empedoclino, grave un favarese

Il duplice tentato omicidio, il pentito Quaranta: "Il bersaglio era Maurizio Distefano"

L’omicidio di Mario Jakelich e il contestuale tentato omicidio di Maurizio Distefano avvenne a Liegi il 14 settembre del 2016. Di fatto, avvenne circa 8 mesi prima rispetto al tentato duplice omicidio – era il 23 maggio del 2017 – di via Torino a Favara, quello in cui tanto Carmelo Nicotra quanto Maurizio Distefano rimasero feriti.

Blitz "Mosaico" e il duplice tentato omicidio, l'inchiesta: "Nicotra tacque la presenza di Distefano"

Ed è solo per il tentato duplice omicidio di Nicotra e Distefano – per come, ripetutamente, evidenziato, durante la conferenza stampa in Questura, dal dirigente della Squadra Mobile di Agrigento: il vice questore aggiunto Giovanni Minardi – che il gip Nicastro ha firmato l’ordinanza per 7 dei 18 indagati.

In merito ai fatti di settembre 2016 di Liegi, il pentito di Favara, parlando della mancata vittima, spiegava ai magistrati della Dda di Palermo: “Non ci interessa ca si ... ha una persona insieme e ammazzano a chiddu, l’importante che lui si salva. Tanto è stato fortunato, tanto è stato fortunato ... pi iddi era morto, invece era svenuto, tanto era stato ... fu fortunato, è fortunato ... e a Favara dicivanu avi setti spirdi comu i atti, chistu un mori mai”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento