menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Perseguita l'ex moglie e la minaccia di morte", nuova condanna per 67enne

Il giudice gli infligge un anno e sei mesi di reclusione per l'accusa di stalking

Nuova condanna per il favarese A.P., 67 anni (di cui si omettono le generalità complete per tutelare la presunta vittima), riconosciuto colpevole del reato di stalking nei confronti dell’ex moglie. Il giudice monocratico Fulvia Veneziano gli ha inflitto un anno e sei mesi di reclusione. In considerazione dei precedenti specifici dell’imputato, peraltro, non ha ritenuto di concedere il beneficio della sospensione condizionale della pena.

L’uomo è stato, inoltre, condannato al pagamento di una provvisionale (vale a dire un’anticipazione del risarcimento del danno) immediatamente esecutiva, di 2.000 euro che dovrà pagare alla donna che si è costituita parte civile con l’assistenza dell’avvocato Maria Alba Nicotra. All’imputato, che è stato difeso dall’avvocato Giovanni Garbo, veniva contestato di avere perseguitato la donna per circa un anno, a partire dal 2017. In numerose occasioni si sarebbe appostato nei pressi della sua abitazione e l’avrebbe spiata con un binocolo. Inoltre l’avrebbe pedinata e insultata tutte le volte che la incontrava per strada. “Non hai paura per i tuoi figli? Non ci pensi a loro? Primo o poi ti farò vestire di nero”. Queste le frasi che avrebbe rivolto all’indirizzo dell’ex moglie per incuterle timore aggiungendo, in dialetto e con fare intimidatorio, che avrebbe avuto "poca vita". 
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Salute

Coronavirus: è arrivato lo spray nasale che aiuta a proteggersi

Attualità

Un aiuto per i più deboli: la Brigata “Aosta” dona beni di prima necessità

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento