Ricatti hard dietro la scomparsa di Gessica Lattuca? La mamma: "Mia figlia non si prostituiva"

Le telecamere delle tv nazionali sono tornate a riaccendersi sul "giallo" di Favara. Serpeggia la notizia che potrebbe esserci un'indagata: una donna. La Procura non conferma

"Serpeggia la notizia che potrebbe esserci un'indagata, una donna, per ricatti attraverso la prostituzione. La Procura non conferma, ma la notizia arriva fino a casa della mamma di Gessica". E' con queste parole della giornalista de "La vita in diretta" che sono tornati ad accendersi i riflettori delle tv nazionali sul giallo della scomparsa - avvenuto lo scorso 12 agosto - di Gessica Lattuca. Ancora una volta, s'è tornato a parlare dunque, del filone d'inchiesta su un presunto giro di prostituzione e su collegati - sempre presunti - ricatti hard. E, durante il servizio giornalistico, sono state rievocate anche delle intercettazioni. 

Gessica era finita in un giro di prostituzione? Negli Sms si parla di un "panino con il salame"

"Sembra che alcune delle ragazze filmassero i loro incontri, sembra che con quei video ricattassero i loro clienti. E' possibile che questo c'entri con la scomparsa di Gessica?" - a chiederselo è stata proprio "La vita in diretta" - .  

IL VIDEO. Il nuovo appello della mamma: "Chi ha visto mia figlia fornisca indicazioni utili alle autorità"

"Mia figlia non faceva la prostituta - è tornata a ribadire, anche questo pomeriggio, ai microfoni della Rai Giuseppina: la mamma di Gessica - . E' possibile che qualcuno si sia approfittato, penso di sì, magari la vedevano un poco sballata di alcol e se ne approfittavano. Ma fare la prostituta, mia figlia, mai e poi mai!". Alla domanda della giornalista sul termine "sballata", la mamma della ragazza scomparsa ha chiarito: "Qualche volta beveva qualche bottiglia di birra in più, parliamoci chiaro. Ma, mia figlia, neanche se era ubriaca si sarebbe prostituita. Assolutamente. Poteva bere, ma mai mia figlia si vendeva il corpo perché amava Filippo. L'ha sempre amato, facevano lascia e prendi, lascia e prendi ma mia figlia non ha mai cambiato uomo". 

IL VIDEO. Il giro di prostituzione? Il fratello e l'ex compagno non ci credono 

A mamma Giuseppina è stato ricordato che Filippo Russotto è l'unico indagato per la scomparsa di Gessica: "Lui era il compagno e penso che funzioni così, come tutte le altre persone che vengono indagate quando manca una compagna - ha spiegato la donna - . Non è l'unico. Qualche schiaffo volava, anche io glielo davo qualche schiaffo. Filippo le dava qualche schiaffo per la birra, perché non voleva che beveva perché si doveva guardare i suoi figli che li abbiamo cresciuti assieme". 

Il "giallo" di Gessica, la mamma: "Non si prostituiva e non le davo schiaffi perché non mi portava i soldi" 

"Non credo a nessuno, parliamoci chiaro - ha risposto mamma Giuseppina alla domanda sull'innocenza di Filippo Russotto - . Credo soltanto a Dio, che si trovi il più presto possibile mia figlia e si vede la verità: chi è stato a farle del male. Non credo più a nessuno. Penso che qualcuno ha visto mia figlia quella sera. Mi rivolgo al popolo di Favara, se avete visto, aiutate le autorità per ritrovare mia figlia. Vi prego, aiutatemi. Fate sapere qualcosa, perché sicuramente avete visto".

mamma gessica lattuca-3

  

Potrebbe interessarti

  • Il peperoncino: pro e contro

  • Come trasformare la propria abitazione in un B&B

  • Metodi low cost e home made per pulire i tappeti

  • Bidoni della spazzatura, i metodi per averli sempre puliti e igienizzati

I più letti della settimana

  • "Massacrata a pedate dallo zio", ragazza in gravi condizioni: arrestato 46enne

  • Andrea Camilleri è morto, si spegne l'ultimo grande della letteratura: lutto cittadino nel giorno dei funerali

  • "Un fucile a canne mozze in camera da letto", arrestato un insospettabile 25enne

  • "Mi ha tradito con Scamarcio", l'empedoclina Clizia: "E' una gogna mediatica"

  • Un milanese a Lampedusa, Fabio Gallarati: "Ho lasciato tutto ed ho scelto l'isola"

  • Le dichiarazioni del pentito Quaranta: "Ecco il consiglio provinciale di Cosa Nostra"

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento