rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca Favara

Sciopero ad oltranza dei netturbini, la commissione dichiara il “non luogo a procedere"

L'organismo nazionale che si occupa di verificare il diritto all'astensione ha ritenuto che non sussistano profili di illegittimità

La Commissione di Garanzia di Roma sugli scioperi ha deliberato il non luogo a procedere nei confronti dei netturbini di Favara. A darne notizia è la Cgil di Agrigento

La vicenda è quella che ha portato gli operatori ecologici ad astenersi dal lavoro per quasi 2 settimane, facendo accumulare sulle strade tonnellate di rifiuti che ancora oggi - nonostante la protesta sia rientrata - non sono state del tutto eliminate. La protesta era giustificata dalla mancata percezione di 4 mensilità di stipendio. A chiedere interventi nei confronti dei netturbini era stato il sindaco di Favara.

Rifiuti, i netturbini riprendono la raccolta: "Scusate per il disagio, ma siamo in difficoltà"

"La commissione - dicono Alfonso Buscemi e Vincenzo Iacono, rispettivamente segretario generale della Cgil e della Funzione Pubblica agrigentina - ha ritenuto evidenti le ragioni dei lavoratori, che ciclicamente sono costretti a sacrificare la metà di uno stipendio per rivendicare il diritto alla retribuzione. La Commissione ha deciso anche di chiedere al Comune di Favara il rispetto degli impegni presi. Auspichiamo che sin d’ora  si mettano in campo tutti gli strumenti opportuni per evitare che nei primi giorni di maggio non si debba ripetere ancora una volta la forte protesta dei lavoratori per rivendicare il più basilare dei diritti costituzionalmente garantito che è il diritto alla retribuzione".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero ad oltranza dei netturbini, la commissione dichiara il “non luogo a procedere"

AgrigentoNotizie è in caricamento