Scaraventata per terra e danneggiata: ricostruita la statua del Cristo redentore

La notte del 19 marzo dello scorso anno, un soggetto incappucciato salì sul basamento e dopo una serie di colpi fu tranciato il capo e gli arti

La statua distrutta

La statua del Cristo redentore - pesantemente danneggiata nel marzo dell'anno scorso - è stata ricostruita. La statua, collocata su un piedistallo realizzato in uno slargo di proprietà privata tra via Saragozza e viale Stati Uniti, era stata voluta dagli abitanti del quartiere, e non solo. Poi la notte del 19 marzo 2019, un soggetto incappucciato salì sul basamento e dopo una serie di colpi fu tranciato il capo e gli arti del Cristo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Raid vandalico nella notte, distrutta ancora una volta statua di Gesù

Tutto venne ripreso da una telecamera di un sistema di videosorveglianza che, però, non fu in grado di fornire indicazioni utili per identificare l'autore. Tutti i cocchi furono amorevolmente raccolti e consegnati all'artista locale Giuseppe Alba, 38 anni, abile scultore e incisore, che è riuscito - stando a quanto riporta il Giornale di Sicilia - a ricostruire la statua che è stata restituita alla comunità “Questa volta - dicono gli abitanti della zona - sarà più difficile oltraggiarla avendo rialzato il piedistallo e munito il luogo di un'inferriata. Oltre ad avere potenziato il sistema di videosorveglianza”.

Striscia la notizia a Favara sul caso delle statue distrutte: è polemica

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Vendesi villa da sogno", casa Modugno a Lampedusa potrà essere acquistata

  • I contagi da Covid-19 continuano ad aumentare, firmata l'ordinanza: ecco tutti i nuovi divieti

  • Boom di contagi da Covid-19 ad Aragona, i genitori: "Prima la salute dei nostri figli, scuole chiuse subito"

  • A 214 km orari sulla statale 640, raffica di multe per l'elevata velocità e per uso del cellulare

  • Emergenza Covid-19: diagnosticati 7 nuovi contagi ad Aragona che è a 16 casi: positivi anche ad Agrigento e Sciacca

  • Ancora tamponi Covid positivi: 1 ad Agrigento e 3 a Sciacca, contagiato un altro medico

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AgrigentoNotizie è in caricamento