menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Vendeva auto rubate", blitz dei carabinieri dopo un furto: condannato

Tre anni di reclusione al 56enne Giuseppe Bruccoleri: i militari lo avevano trovato in possesso di diverse vetture provento di furto o con il telaio contraffatto

Il blitz dei carabinieri nel parcheggio - dove l'antifurto satellitare dell'auto rubata aveva segnalato la presenza del mezzo - e il controllo di tutte le vetture posteggiate e pronte per essere vendute nella sua rivendita. Quasi 4 anni dopo, per il titolare dell'attività, è stata decisa la condanna.

Il giudice dell'udienza preliminare Stefano Zammuto ha inflitto 3 anni di reclusione, per le accuse di ricettazione e riciclaggio, a Giuseppe Bruccoleri, 56 anni, di Favara, amministratore unico della Sicilcars, società che si occupa non solo della vendita ma anche del noleggio delle auto. Alcune accuse contestate all'imputato, che è stato difeso dall'avvocato Daniela Posante, sono cadute: il giudice, infatti, come chiesto dallo stesso pubblico ministero che, comunque, aveva proposto la condanna a 4 anni, lo ha assolto da altre accuse di ricettazione e riciclaggio.

La vicenda risale al 4 agosto del 2017. I carabinieri, dopo avere ricevuto la denuncia da parte del proprietario di un'auto, con relativo antifurto satellitare, si erano messi sulle tracce del mezzo. Il gps registrava la presenza nei pressi della sua abitazione. I militari trovano l'auto rubata 4 giorni prima e diverse altre vetture che, da successivi accertamenti, è risultato essere state rubate nei mesi o negli anni precedenti. 

L'ipotesi di reato di riciclaggio scaturiva dal fatto che, a due autovetture, sarebbero stati sostituiti telaio e targa per occultarne la provenienza furtiva. Per alcune delle contestazioni, comunque, l'imprenditore favarese è stato assolto. Il giudice lo ha ritenuto colpevole della ricettazione di quattro autovetture e del riciclaggio di un quinto mezzo, scagionandolo, invece, dalla ricettazione di altre due vetture e dal riciclaggio della targa di un'altra utilitaria. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AgrigentoNotizie è in caricamento