Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca Favara

Anziano morto dopo pestaggio, via libera all'abbreviato

I quattro imputati, accusati di avere provocato il decesso del 68enne Bennardo Chiapparo, scelgono il rito alternativo

La difesa, che aveva chiesto un termine per valutare un eventuale cambio di strategia processuale dopo l’azzeramento del processo, sceglie ancora il giudizio abbreviato. L’udienza preliminare per il presunto pestaggio di Bennardo Chiapparo, morto a 68 anni il 10 febbraio del 2015, 9 giorni dopo avere battuto la testa per terra a causa – secondo l’accusa – di un violento pugno al torace ricevuto in una brutale spedizione punitiva, è entrata nel vivo ieri, davanti al gup Luisa Turco dove i difensori, gli avvocati Alfonso Neri e Salvatore Pennica, hanno formalizzato la richiesta di giudizio abbreviato. Nell'ambito dell'inchiesta, il 5 dicembre di due anni fa, erano finiti in carcere Antonino Pirrera, favarese di 40 anni, principale indagato. Domiciliari, invece, per Giovanni Ruggeri, 43 anni, Carmelo Pullara, 27 anni, e Michele Sorce, 34 anni, tutti di Favara. 

L’accusa ipotizzata per tutti è di omicidio preterintenzionale. Si torna il aula il 5 novembre. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziano morto dopo pestaggio, via libera all'abbreviato

AgrigentoNotizie è in caricamento