"Ricettazione di televisori e trolley", nuovi guai giudiziari per Mario Rizzo

Il trentaduenne, probabilmente "bocciato" come collaboratore di giustizia, finito ancora a processo

Mario Rizzo

Nell’attesa che il suo status di aspirante collaboratore di giustizia sia valutato, il trentaduenne favarese Mario Rizzo deve fare i conti con altre traversie giudiziarie del recente passato. Questa mattina, davanti al giudice monocratico Sabrina Bazzano, doveva riprendere il processo nel quale è imputato di ricettazione.

Agguati, traffici di droga e armi: Procura a squadra mobile in missione in Belgio

Il favarese, difeso dall’avvocato Calogero Lo Giudice, insieme al favarese Michele Calogero Luparello, 22 anni, è imputato perché avrebbe "acquistato o comunque ricevuto" tre televisori e altri oggetti (un trolley e dieci piattini di metallo) di provenienza illecita. Ieri mattina avrebbero dovuto deporre alcuni poliziotti che, però, non hanno potuto venire in tribunale per testimoniare e l’udienza è stata rinviata al 10 maggio. "Ho comprato quella merce in buona fede, non sapevo che fosse rubata e da dove arrivasse". Così Rizzo, dopo il tentativo, evidentemente fallito, di collaborare con la giustizia e dopo avere fatto arrestare, lo scorso 2 agosto, il cognato Gerlando Russotto per un agguato in Belgio ai danni di un ristoratore, si era difeso all’udienza precedente. I

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mafia, traffico di droga e politica: scatta l'operazione "Oro bianco": 12 arresti, ecco i nomi

  • Fiumi di droga, estorsioni, minacce e il "braccetto" con la politica: ecco i dettagli dell'operazione "Oro bianco"

  • Scontro fra due auto nella zona industriale, muore impiegata 62enne

  • Rimorchio si sgancia da tir e travolge auto: due feriti, uno in gravi condizioni

  • Coronavirus, quasi duemila contagi in 24 ore (+79 in provincia): la Sicilia presto sarà "zona rossa"

  • Coronavirus, Sicilia in zona rossa: i divieti e cosa si può fare

Torna su
AgrigentoNotizie è in caricamento